L’associazione medica Triestina

0

Il giorno 2 dicembre 2009 si è svolta l’assemblea annuale dei soci in cui si sono svolte le elezioni ( a cadenza biennale) del nuovo consiglio direttivo. Tali elezioni hanno visto l’elezione a Presidente del Dott. Alberto Gianmarini Barsanti (per la prima volta nella storia dell’associazione è presidente un medico di medicina generale, il medico di famiglia), segretario tesoriere il sottoscritto dottor Giuliano Pesel (nel precedente direttivo lo Scrivente era consigliere Junior, la figura introdotta dalla riforma statutaria per favorire la partecipazione dei giovani alla cita dell’associazione), vicepresidenti il Dott. Alessandro Cosenzi, primario di Medicina Interna a Monfalcone e il Prof. Fabris, docente dei Medicina interna presso l’Università di Trieste.

Nel direttivo vi sono esponenti di spicco della  professione medica, sia del mondo universitario, che ospedaliero, che libero-professionale (la lista dei consiglieri è in allegato alla presente). E’ stato eletto come consigliere Junior il dott. Riccardo Roseano.

Nell’ambito della ricca attività scientifica 2009 a settembre si è svolto l’incontro intitolato “risk management” che continua il filone di incontri in cui si affrontano tematiche di tipo medico-legale  iniziato l’anno scorso con l’evento “l’errore in medicina”.

Il Risk management, svoltosi al MIB del Ferdinandeo, è stato un evento assolutamente interessante, di estrema attualità, che ha avuto grande risonanza dalla stampa e il gradimento del pubblico presente in sala. Sono intervenuti relatori di alto livello provenienti da tutte le categorie interessate alla gestione del rischio  medico-legale ovvero l’avvocato (Gaddo Cecovini), i medici di direzione sanitaria e la figura dell’ assicuratore. Interessante anche l’apporto fornito dai medici di medicina generale che hanno relazionato della loro esperienza nell’errore in medicina e nella comunicazione medico-paziente. Essi hanno affrontato alcune delle criticità tipiche della professione medica con particolare attenzione ai problemi medico legali dell’errore in medicina. E’ intervenuto anche  l’assessore regionale Kosic, che, parlando più da paziente che da politico,  ha affermato che la questione non va affrontata in termini di contrapposizione medico-paziente bensì costruendo un rapporto di fiducia, che cresce se vi è un’opportuna comunicazione. Ricordo anche gli altri  incontri svoltisi in questo anno che volge al termine come gli incontri di radiologia e le giornate mediche triestine, quest’anno sull’antibioticoterapia, il fiore all’occhiello dell’attività dell’associazione, tenutesi nel novembre scorso con ospiti relatori da tutta Italia.Tra i progetti  futuri dell’ AMT vi è anche l’organizzazione di momenti di divulgazione scientifica per coinvolgere la popolazione. Sono certo che il nuovo presidente e i neoeletti consiglieri del direttivo continueranno in questa direzione all’insegna dell’ innovazione e della vivacità. Non posso che invitare i colleghi medici operanti a Trieste, a partecipare ai prossimi incontri e a contribuire, se lo volessero , tramite la loro personale adesione, a mantenere viva l’associazione medica triestina.

Dott. Giuliano Pesel
Segretario Tesoriere
Associazione medica Triestina

 

Share.

About Author

Leave A Reply