Giovani Medici (S.I.G.M.): si rispetti l’incompatibilità tra medici dipendenti in quiescenza dal SSN ed il convenzionamento con la specialistica ambulatoriale.

0

Su queste basi, i Giovani Medici (SIGM) si sono rivolti al Ministro della Salute, ai Presidenti delle Regioni, agli Assessori Regionali della Salute ed agli OMCeO per <<richiamare il rispetto di quanto previsto dalla vigente normativa, e di regolamentare chiaramente, laddove ve ne fosse necessità, l’incompatibilità e quindi l’obbligo di scelta tra l’attività di medico convenzionato con il S.S.N. ed il trattamento pensionistico di medici già dipendenti del S.S.N., oltre che disporre che le convenzioni vengano attribuite esclusivamente secondo il punteggio maturato ai sensi della normativa vigente, evitando la prassi diffusa di riservare corsie preferenziali ai medici in quiescenza del S.S.N. a scapito delle nuove generazioni di medici”.

Il SIGM, associazione non sindacale di categoria, auspica che a tale richiesta si uniscano anche i colleghi delle sezioni giovanili dei Sindacati ospedalieri e del territorio, anche per dare finalmente concretezza alle attenzioni che le organizzazioni sindacali negli ultimi tempi dichiarano di riservare nei confronti delle giovani generazioni di medici.

LEGGI LA RICHIESTA DEI GIOVANI MEDICI (SIGM)

ANCHE SUMAI D’ACCORDO CON I GIOVANI MEDICI (LEGGI L’ARTICOLO)

Share.

About Author

Leave A Reply