LA REGIONE SARDEGNA TUTELI E INVESTA SULLA FORMAZIONE DEI MEDICI SARDI

0

COMUNICATO STAMPA

FINANZIARIA 2016: LA REGIONE SARDEGNA TUTELI E INVESTA SULLA FORMAZIONE DEI GIOVANI MEDICI SARDI

L’investimento nella formazione dei giovani medici sardi, attraverso il finanziamento di specifici contratti di formazione specialistica, deve rappresentare una priorità della Manovra Finanziaria 2016 della nostra Regione.

Chiediamo che tale Manovra, alla luce dei gravi fatti accaduti lo scorso anno (LEGGI QUI), approdi nell’aula del Consiglio Regionale, per la votazione finale, con risorse certe e corpose volte a certificare l’impegno della Regione Sardegna nei confronti della formazione delle nuove generazioni.

Rimarchiamo, ancora una volta, come l’ingresso in una scuola di specializzazione medica sia il naturale ed irrinunciabile completamento del percorso formativo iniziato come studenti di medicina e chirurgia e proseguito con l’acquisizione del titolo di laurea.
L’acquisizione della specializzazione medica non rappresenta una semplice aggiunta “curriculare” o uno sfizio culturale: nessun laureato in medicina può, nei fatti, trovare spazio professionale nell’ambito della sanità pubblica o privata se non in possesso di una specializzazione.
Ad oggi, il rischio che si paventa è quello di formare “mezzi medici” ovvero laureati che non possono specializzarsi e magari per farlo sono costretti ad abbandonare la propria terra per cercare fortuna e lavoro altrove.
Ogni anno, infatti, le Università sarde laureano un numero di medici a cui non corrisponde il numero di contratti di formazione specialistica messi a disposizione del Ministero ed è per ovviare a questa discrepanza e tutelare i propri giovani medici, che la Regione Sardegna ha da sempre previsto nella propria Finanziaria dei contratti aggiuntivi rispetto a quelli ministeriali.
A ciò si aggiunge che dal 2013 è stato istituito un concorso ministeriale, con graduatoria nazionale, per accedere alle scuole di specializzazione e, di fatto, l’unico ed imprescindibile strumento volto a garantire ai giovani laureati sardi la possibilità di formarsi nella propria Regione, è dato dal finanziamento di un numero aggiuntivo e valido di contratti regionali e dall’applicazione della Legge Regionale del 7 Maggio 2015 N.9, che disciplina (ART.1)  i requisiti per l’accesso ai contributi (residenza nel territorio della Regione  da almeno cinque anni alla data della richiesta di assegnazione del contratto di formazione specialistica o conseguimento del diploma di laurea in Medicina e Chirurgia in uno degli atenei sardi, ovvero Cagliari o Sassari).

Vigileremo, in questi giorni decisivi, con attenzione, riservandoci di intraprendere iniziative volte a coinvolgere colleghi e studenti per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica circa l’importanza del provvedimento.

Informiamo tutti i colleghi interessati, che è stato attivato il gruppo “Aspiranti Specializzandi 2016 – Sardegna”. Il Referente del S.I.G.M. della Sede Provinciale di Cagliari è Lorenzo Espa, che si occuperà di rappresentare le istanze di tutti i colleghi interessati nelle varie sedi.
Per essere informati sulle prossime iniziative, anche in previsione dell’uscita del bando 2016, vi invitiamo a compilare il seguente modulo di adesione:

Il Direttivo SIGM Cagliari

LEGGI LA CRONISTORIA DEL MANCATO FINANZIAMENTO DELLE BORSE REGIONALI E LA RASSEGNA STAMPA DEL CONCORSO 2014/2015 – CLICCA QUI

 

IMPEGNO

Share.

Leave A Reply