Giovani Medici siciliani: soddisfazione per utilizzo FSE in contratti aggiuntivi di specializzazione

0

COMUNICATO STAMPA

Giovani Medici (SIGM) siciliani: soddisfazione per l’utilizzo del Fondo Sociale Europeo (FSE) per finanziare contratti di formazione specialistica per medici.

“Esprimiamo soddisfazione per l’ufficializzazione da parte della Regione Siciliana dell’utilizzo del Fondo Sociale Europeo (FSE) per il finanziamento dei contratti di specializzazione aggiuntivi da destinare alla formazione post lauream dei giovani medici siciliani” dichiarano congiuntamente le Sedi siciliane dell’Associazione Italiana Giovani Medici (S.I.G.M.) a margine della Conferenza Stampa convocata in data odierna dall’Assessore regionale alla Formazione presso la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana (ARS).

Confermato, dunque, l’impegno di una cifra pari a € 10.000.000,00 a valere sul PO FSE 2014-2020, da destinare per l’anno accademico 2015/2016 al finanziamento di contratti di formazione specialistica post lauream di medici under 35, nati o residenti in Sicilia, con reddito familiare inferiore ai 30mila euro annui. Le Università siciliane sede di scuole di specializzazione di area sanitaria dovranno rispondere entro il 29 marzo 2016 al pubblico Avviso relativo alla disponibilità del FSE a sostegno della misura descritta, presentando ciascuna un proprio progetto finalizzato ad attingere al finanziamento che, complessivamente, potrebbe incrementare sino a 90 unità il contingente di contratti aggiuntivi da destinare alle scuole di specializzazione siciliane.

I contratti saranno assegnati mediante il concorso nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione, giunto alla sua terza edizione, le cui prove dovrebbero svolgersi prima dell’estate.

Si tratta del compimento di un lungo lavoro istruttorio, intrapreso più di due anni addietro per impulso dell’Assessorato alla Salute e riavviato negli ultimi mesi dal competente Assessorato della Formazione (Autorità di Gestione) a seguito delle richieste e proposte avanzate dal SIGM.

Infatti, l’idea di attingere al FSE è stata avanzata ben due anni addietro dallo staff tecnico del precedente Assessore Regionale alla Salute della Sicilia, Lucia Borsellino, e fatta propria ed esportata dal SIGM a livello nazionale. Prova ne sia l’immediata applicazione di tale proposta da parte della Regione CampaniaLa Sicilia, purtroppo, a causa di scarsa lungimiranza da parte del Governo Regionale, nonostante gli annunci, in passato ha mancato di recepire tale proposta, con la conseguenza che negli ultimi due concorsi la Regione non ha provveduto a finanziare contratti di formazione aggiuntivi regionali. Sino a quando, l’ultimo Assessore alla Formazione, On. Marziano, ha ritenuto, di concerto con la propria amministrazione, di riesumare e di sostenere la finalizzazione della procedura in questione.

<<Ringraziamo l’Assessore Marziano ed i tecnici dell’Assessorato alla Formazione per avere saputo cogliere l’opportunità di valorizzare il FSE per sostenere la formazione post lauream dei giovani medici siciliani. Rivolgiamo parimenti un doveroso ringraziamento alla Dott.ssa Lucia Borsellino la quale, coi suoi tecnici, ha ideato questo percorso virtuoso.>> – continuano le Sedi siciliane dell’Associazione Italiana Giovani Medici (S.I.G.M.). – <<Chiediamo adesso che per non vanificare gli sforzi profusi il Governo si impegni a garantire la certezza del finanziamento entro i tempi amministrativi richiesti dal MIUR, ovvero entro la pubblicazione del bando del concorso nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione, attesa entro il 30 aprile 2016. Rivolgiamo, infine, un appello alla Regione affinchè in futuro la via dell’utilizzo del FSE sia praticata anche per il finanziamento della formazione post lauream dei profili non medici dell’area sanitaria, come già proposto dal SIGM e come richiesto recentemente anche dai Deputati regionali Fontana ed Oddo>>.

Share.

About Author

Leave A Reply