SSM17 CONTRATTI DI FORMAZIONE SPECIALISTICA REGIONE SARDEGNA: FACCIAMO CHIAREZZA

0

SSM17 CONTRATTI DI FORMAZIONE SPECIALISTICA – REGIONE SARDEGNA: FACCIAMO CHIAREZZA.

 

Gentili Colleghi,

con questa nota cercheremo di rispondere alle tante richieste pervenute circa la possibilità che la Regione Sardegna finanzi ulteriori contratti di formazione specialistica a partire dal prossimo concorso SSM2017. Prima una breve cronistoria dei fatti.

Sin dal GIUGNO 2015, il SIGM Cagliari ha denunciato mezzo stampa il mancato finanziamento di contratti di formazione specialistica voluta dalla giunta Regionale (CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOSTRA DENUNCIA).

In prossimità del concorso SSM2016, dopo la nostra richiesta circa il finanziamento di un congruo numero di contratti Regionali da inserire in un dedicato capitolo di spesa della Finanziaria 2016 (CLICCA QUI:LA REGIONE SARDEGNA TUTELI E INVESTA SULLA FORMAZIONE DEI MEDICI SARDI) i contratti finanziati sono stati 32.

Dalla lettura della deliberazione n. 39/16 del 9 Agosto 2017 (LEGGI LA DELIBERAZIONE), emerge chiaramente che:

L’Assessore propone altresì: di stabilire una dotazione finanziaria da destinare al finanziamento dei contratti e delle borse relativi al primo anno di corso degli anni accademici 2016-2017, 2017-2018 e 2018-2019, a valere sul capitolo SC02.1118 per gli esercizi 2017, 2018 e 2019, così come indicato nella tabella seguente:

2017

2018

2019

€ 800.000

€ 800.000

€ 800.000

PARI A CIRCA 32 CONTRATTI AGGIUNTIVI PER ANNO!

Da sottolineare (oltre al danno la beffa) che al punto d) di pagina 3 e 4 si specifica:

d) le risorse che potranno liberarsi negli anni 2017-2019 nel capitolo SC02.1118 in seguito alla mancata attivazione di contratti e di borse potranno essere destinate al capitolo SC05.0001 (fondo sanitario regionale) al fine di concorrere alla riduzione del disavanzo delle aziende sanitarie, previa variazione di bilancio disposta con legge regionale.

In breve, le eventuali borse non assegnate (se mai ve ne fossero) verrebbero destinate nel fondo sanitario Regionale. Insomma, le risorse che una Giunta Regionale dovrebbe investire nella formazione dei futuri Specialisti Medici, verranno reinvestite per concorrere alla riduzione del disavanzo delle aziende Sanitarie!

Orbene, alla luce di tali decisioni politiche, chiediamo ai colleghi di non cadere nelle false promesse pre elettorali politiche o sindacali che siano, poiché il capitolo di spesa destinato al finanziamento dei contratti di formazione specialistica aggiuntivi Regionali, come dimostrato sopra, è frutto di una programmazione TRIENNALE, ed appare pertanto altamente improbabile che si trovino nuove risorse da investire sin dal prossimo concorso SSM 2017.

Venendo invece allo stato dell’arte circa il prossimo SSM 2017, dobbiamo anche qui chiarire alcuni punti:

I tempi di pubblicazione del bando per il nuovo concorso 2017 si sono ormai protratti oltre le più pessimistiche aspettative, SIGM e CNAS (Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi) il 5 settembre 2017 hanno manifestato il malumore di tutti i colleghi per i ritardi e lo hanno fatto, come ben sapete, durante la manifestazione “Giovani MediciDay”, a Roma, in Piazza Montecitorio. Inoltre, una piccola delegazione è stata accolta in Ministero per portare avanti le istanze dei colleghi. Per leggere il resoconto dell’incontro CLICCA QUI.

E’ necessario specificare che, perlomeno in parte, questi ritardi sono dovuti al processo di accreditamento delle scuole di specializzazione sul territorio Nazionale. Se ne sono lette tante su questo importante punto, ma è doveroso ricordare che l’accreditamento in sè è fondamentale per la crescita di tutto il sistema delle scuole di specializzazione. Tale proceduta, che ha richiesto anni di lavoro, si pone l’obiettivo di garantire ad ogni medico in formazione specialistica la preparazione migliore possibile, e che questa sia addirittura uniforme su tutto lo stivale attraverso dei criteri stringenti e oggettivi. Non è banale questo discorso, anche nell’ottica di ottimizzare le risorse disponibili, in quanto devono essere usate per garantire la miglior formazione e non per mantenere le scuole aperte a prescindere. A tal proposito vi invitiamo a prendere visione dei criteri per l’accreditamento attualmente utilizzati LEGGI GLI STANDARD MINIMI GENERALI E SPECIFICI ED INDICATORI DI PERFORMANCE PER L’ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE DELLA RETE FORMATIVA.

Ad oggi non perdiamo di vista gli obiettivi per cui da anni SIGM e CNAS si impegnano:

  • Vogliamo che il sistema di accreditamento studiato, redatto, PRONTO, venga applicato, a garanzia di una qualità formativa maggiore;
  • Vogliamo una corretta programmazione del fabbisogno di Medici su base Regionale, che tenga conto dei numerosi colleghi che andranno in pensione da qui ai prossimi anni, e, quindi, consenta un normale turn over generazionale lineare, in modo da non creare alcun disservizio nel SSN tale da garantire l’assistenza a tutti i cittadini;
  • Vogliamo un numero di contratti di formazione specialistica adeguato al numero di medici che ogni anno vengono formati;
  • Vogliamo che anche le Regioni rispondano a questa esigenza, stanziando un numero di contratti congruo alle esigenze territoriali.

Infine, ricordiamo che abbiamo già palesato le nostre perplessità per quanto riguarda il regolamento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale LEGGI IL REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA’ PER L’AMMISSIONE DEI MEDICI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN MEDICINA e, considerando che il regolamento, ora come ora, non si può modificare, auspichiamo che il Miur, in sede di completamente e scrittura del bando, tenga conto delle criticità segnalate con la missiva del 7/9/2017 a firma dei partecipanti alla manifestazione #GiovaniMediciDay2017 e preveda opportuni accorgimenti per garantire lo scorrimento della graduatoria e favorire la piena assegnazione di tutti i contratti seguendo il criterio del potenziale formativo, la distribuzione dei partecipanti in macro-sedi con adeguato sistema di vigilanza, la modifica entro lo svolgimento delle prove del decreto legislativo 368/99, legge regolatrice da cui discende il regolamento e bando di concorso, al fine di blindare l’intero impianto concorsuale e aprire la strada nel prossimo futuro a una vera graduatoria unica nazionale LEGGI L’ARTICOLO PUBBLICATO OGGI SU QUOTIDIANO SANITA’.

Il SIGM Cagliari invita tutti i Colleghi a contattarci sui canali ufficiali (sigmcagliari@gmail.com o sulla nostra pagina Facebook CLICCA QUI) per qualsiasi dubbio o chiarimento, o semplicemente per far parte del gruppo Aspiranti Specializzandi ed essere sempre aggiornato sulle prossime attività o iniziative.

Buono studio a tutti!

Il Direttivo SIGM Cagliari

Il Comitato Aspiranti Specializzandi Cagliari


Share.

Leave A Reply