Browsing: Previdenza

ENPAM

L’Associazione Italiana dei Giovani Medici (S.I.G.M) chiede ad ENPAM la tutela dei Giovani Medici Genitori

Cari Colleghe e Colleghi, a seguito delle numerose segnalazioni pervenuteci negli ultimi mesi il SIGM ha deciso di far sentire la propria voce anche in tema di genitorialità. Si perché in un periodo storico in cui per i Giovani Medici vige la regola del futuro instabile e precario parlare di diritto alla famiglia diventa una vera chimera. In anni in cui l’imperativo categorico pare sia accantonare i propri programmi di vita privata, abbiamo pensato che i giovani medici debbano poter avere a disposizione delle opzioni che  consentano loro scegliere come conciliare vita privata e professione. E se si parla di una categoria sempre più al femminile ci è parso imprescindibile ricordare che la tutela dei diritti genitoriali passa anche dalla tutela della paternità. Abbiamo deciso perciò di avviare un percorso di fattiva tutela e impegno per l’innalzamento degli standard previdenziali dei Giovani Medici, depositando una preliminare richiesta al Consiglio di Amministrazione ENPAM recante le istanze emerse in questi mesi. Un breve documento in due punti, elaborato dopo un’analisi delle più comuni criticità in tema di genitorialità per i contribuenti di Quota A, la cui voce rappresentiamo in Assemblea Nazionale (documento richiesta). E’ solo il primo di una serie di iniziative che vogliamo condividere con voi, nell’ottica della trasparenza e della corretta informazione in tema di genitorialità di cui ancora troppo poco si parla. Per noi infatti le dottoresse-mamme e i dottori-padri sono colleghi che hanno dei figli e che devono poter godere di equi diritti nella pianificazione del loro futuro e  non delle donne che devono essere aiutate paternalisticamente o degli uomini  a cui non spetta di poter gioire dell’accudimento della propria prole. Un ringraziamento particolare ai colleghi che ci hanno suggerito questi spunti. Restiamo a disposizione delle vostre segnalazioni a mezzo della mail sigm.previdenza@gmail.come dei nostri referenti Nazionali, invitando alla collaborazione  con noi qualunque collega fosse interessato a dare un contributo ad argomenti così delicati e spesso poco noti.   Ambra Masi Membro Assemblea Nazionale ENPAM – SIGM mail: ambra.masi@gmail.com Francesco  Bencivenga Responsabile Nazionale Enpam e Previdenza SIGM mail: francesco.bencivenga1@gmail.com Segretariato Italiano Giovani Medici S.I.G.M.

ENPAM

Esito elezioni Assemblea Nazionale ENPAM: grande affermazione dei Giovani Medici.

Ha riscosso grande successo e consenso la Lista #GiovaniMediciPrevidenti, unica compagine interamente rappresentativa delle giovani generazioni di medici (abilitati, in formazione specialistica e specifica di medicina generale, dottorandi, ecc.) a concorrere per l’elezione dell’unico rappresentante dei contribuenti la Quota A (Fondo Generale) in seno all’Assemblea Nazionale della Fondazione ENPAM. Ringraziamo i 1.566 giovani medici che si sono recati alle urne presso le sedi OMCeO nel corso dell’unica giornata di votazioni prevista, peraltro un una calda domenica di giugno. Rivolgiamo, inoltre, un particolare ringraziamento ai soci dell’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM), al Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi, a Federspecializzandi ed a tutti i giovani Ordinisti che hanno supportato il progetto di lista. I Giovani Medici tutti avranno una voce libera ed indipendente all’interno dell’Assemblea dell’Ente Previdenziale dei Medici e degli Odontoiatri ed incalzeranno i vertici della Fondazione, sostenendo il recepimento dei 10 punti programmatici.

INPS

AUMENTO ALIQUOTA GESTIONE SEPARATA INPS: RIDUZIONE STIPENDIO NEL 2015

Cari Colleghi, vi informiamo che, analogamente agli scorsi anni (LEGGI QUI), per effetto delle Legge 183/2011 (art. 22 comma 1)  a decorrere dal 01/01/2015 sono state ulteriormente innalzate le aliquote previdenziali di tutti gli iscritti alla gestione separata INPS (LEGGI APPROFONDIMENTO SU RIFORMA FORNERO). Tale aumento per chi è contemporaneamente iscritto ad anche altra gestione previdenziale obbligatoria (quale l’ENPAM) avverrà in misura pari all’1,5%. I colleghi specializzandi, dottorandi, assegnisti, borsisti e precari con contratti di collaborazione ed a progetto rientrano, dunque, nella suddetta fattispecie e dovranno attendersi, già da questo mese, una decurtazione stipendiale di poco inferiore a quella patita a partire dal gennaio 2014 (per un medico in formazione specialistica poco meno di 30 euro al mese). Avvertiamo dunque i colleghi di tale ulteriore alleggerimento dei loro emolumenti e sottolineiamo il grande peso dell’aumento delle aliquote, che val bene la pena di ricordare, non più tardi di 3 anni fa (fino al 2011) erano pari 17% ed oggi si attestano il 23,5%. Tale ulteriore aumento ci da modo di esprimere nuovamente le nostre “storiche” riflessioni sull’iniquo duplice inquadramento previdenziale dei medici in formazione specialistica specializzandi, ma anche dei colleghi medici assegnisti e dottorandi, che questo Segretariato sta cercando di superare e contrastare da anni sia con iniziative di sensibilizzazione delle Istituzioni che con proposte concrete (LEGGI QUI).   Associazione Italiana Giovani Medici

previdenza

PROPOSTA E SURVEY SULLE POLITICHE PREVIDENZIALI SULLE GIOVANI GENERAZIONI DI MEDICI

Sottoscrivi la Proposta dell’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) per il recupero di fondi da destinare al finanziamento di contratti di specializzazione attraverso una riconfigurazione del trattamento previdenziale degli specializzandi, rispondendo alla seguente survey per sondare la percezione della componente giovane della Professione medica in tema di politiche previdenziali. Per approfondimenti o dubbi consulta il “Manuale dei Giovani Medici Previdenti”: http://www.giovanemedico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=786&Itemid=219 Clicca qui per vedere la nostra proposta

ENPAM

Estensione tutele previdenziali a studenti di medicina e di odontoiatria: i Giovani Medici esprimono perplessità sulla proposta Enpam.

Estensione delle tutele previdenziali agli studenti di medicina e di odontoiatria: i Giovani Medici esprimono perplessità sulla proposta Enpam. Disponibili, invece, a valutare assieme alle rappresentanze studentesche l’adozione di una forma di indennizzo economico per i tirocini professionalizzanti del corso di laurea in medicina, parte del quale utilizzare per generare una contribuzione previdenziale.   L’associazione Italiana dei Giovani Medici (SIGM) esprime perplessità in merito alla proposta dell’ENPAM di anticipare l’inizio della contribuzione già agli ultimi anni del corso di laurea in medicina ed in particolare dell’introduzione di questa a mezzo di un emendamento al Decreto-legge 28 giugno 2013, n. 76 “recante primi interventi urgenti per la promozione dell’occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, nonché in materia di Imposta sul valore aggiunto e altre misure finanziarie urgenti”. Premesso che occorrerà conoscere i termini di tale proposta ancora fluida prima di potersi esprimere in maniera compiuta, in via preliminare però i Giovani Medici (S.I.G.M.) si dichiarano non favorevoli ad iniziative che possano gravare unilateralmente, ed in maniera obbligatoria, sugli studenti e le loro famiglie, in particolare in un momento storico di così grave crisi economica. Né convince l’ipotesi di facilitare l’accesso a forme di prestito d’onore per far fronte a tale onore contribuitivo.  Per di più, è lecito domandarsi se una contribuzione così esigua, come quella ipotizzabile, possa essere effettivamente utile alla determinazione di un miglior trattamento previdenziale. Di contro, il S.I.G.M. sarebbe disponibile a valutare l’adozione di una forma di indennizzo economico per i tirocini professionalizzanti degli ultimi due anni del corso di laurea in medicina, in analogia a quanto già avviene in alcuni altri paesi stranieri, parte del quale utilizzare per generare una contribuzione previdenziale. Il Consiglio Esecutivo SIGM

ENPAM

ENPAM: Ritardo Quota A, nessun problema per gli iscritti

Carissime/i colleghe/i, diamo diffusione di un importante comunicato dell’ENPAM relativo al pagamento dei contributi previdenziali di Quota A. “Per ragioni indipendenti dall’Enpam, i medici e gli odontoiatri stanno ricevendo con ritardo i bollettini per il pagamento dei contributi previdenziali di Quota A. Pur non avendo alcuna responsabilità, la Fondazione si fa pienamente carico del problema: i medici e gli odontoiatri infatti potranno fare il pagamento nei 15 giorni successivi al ricevimento dell’avviso (quindi anche dopo la scadenza del 30 aprile 2013), senza rischiare alcuna sanzione. Chi non ha ancora ricevuto l’avviso bonario, lo riceverà nei prossimi giorni. Gli uffici sono al corrente del problema e saneranno le posizioni in automatico. Per questa ragione non è necessario contattare la Fondazione Enpam per segnalare il proprio caso. La Fondazione Enpam si scusa comunque per l’inconveniente.”

previdenza

I GIOVANI PROFESSIONISTI PRENDONO POSIZIONE IN TEMA DI WELFARE E PREVIDENZA

Gli unici diritti acquisiti ed intoccabili sono quelli che possono continuare ad essere fruiti da tutti e non possono essere considerati per definizione appannaggio di alcuni, per di più sulla base di un mero criterio anagrafico-generazionale! Chiediamo un’inversione di tendenza dalla logica del diritto acquisito da alcuni a quella dei diritti sostenibili per tutti.

È questa la sintesi del pensiero delle sigle che rappresentano la costellazione dei Giovani Professionisti Italiani (Avvocati, Notai, Architetti, Medici, Commercialisti ed Esperti Contabili, Consulenti del lavoro, ecc.), le cui delegazioni si sono riunite a Roma l’8 febbraio 2012 attorno ad un tavolo programmatico, convocato per dibattere sulle potenziali implicazioni degli annunciati interventi del Governo Monti, a partire dalle riforme su welfare e previdenza (scarica il comunicato stampa).

previdenza

I Giovani Medici (SIGM) intervengono nel dibattito sulle misure previdenziali proposte dal Governo nel Decreto “Salva Italia”

 

Una lettera aperta è stata inviata al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali per chiedere di fare una riflessione specifica sul futuro previdenziale delle giovani generazioni di medici; Si teme che le misure proposte costringano le Casse Previdenziali ad innalzare le aliquote contributive; tale evenienza rappresenterebbe un’ulteriore barriera all’accesso dei giovani all’esercizio di una piena autonomia professionale


Il Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.), associazione di riferimento per i giovani medici Italiani, ha inviato una lettera aperta (clicca qui per scaricare la lettera) al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Prof.ssa Elsa Fornero, nella quale non si nascondono le preoccupazioni dei Giovani Medici per le potenziali ricadute negative sulle giovani generazioni di medici conseguenti all’adozione di alcune delle misure proposte nel Decreto “Salva Italia”È lecito prevedere, infatti, come l’imposizione repentina alle Casse Previdenziali di un equilibrio di bilancio cinquantennale ricadrà sulle spalle delle nuove generazioni di professionisti attraverso un significativo aggravio delle aliquote contributive.

1 2 3