Browsing: Uncategorized

Uncategorized

La Salute Pubblica internazionale: seminario e meeting Europeo – 27 Giugno, Aula Ascoli

Il 27 Giugno dalle ore 9:00 alle 13:30 si svolgerà presso l’Aula Ascoli della Scuola di Medicina e Chirurgia di Palermo il seminario dal titolo “Formarsi e lavorare nell’ambito della Salute Pubblica internazionale“, evento aperto a tutti gli interessati alle tematiche di Salute Pubblica. L’incontro fa parte del Meeting Europeo di Euronet MRPH (www.euronetmrph.org), il Network Europeo dei Medici Specializzandi in Salute Pubblica, e che si terrà a Palermo nello stesso weekend. Durante il seminario sarà possibile relazionarsi con i colleghi internazionali che fanno parte del direttivo di EuroNet MRPH e confrontarsi sulle più importanti tematiche di Salute Pubblica, quali ad esempio Epidemiologia, Controllo delle Malattie Infettive e delle Epidemie, Medicina Tropicale, Politiche della Salute, Cooperazione Sanitaria e Salute dei Migranti, conoscenze e competenze acquisite da questi attraverso esperienze svolte sul campo come in Uganda, Etiopia, Tanzania, e attraverso tirocini formativi presso le Organizzazioni e Agenzie Internazionali a Ginevra, Copenaghen, Stoccolma, Madrid e Londra… in una sola parola: Salute Pubblica Internazionale! Interverranno anche esperti di Organizzazioni e Agenzie Internazionali coinvolte in tematiche della salute. Alla fine dell’incontro verrà rilasciato un attestato di partecipazione.   EuroNet MRPH, Italian Committee – Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell’ Università degli Studi di PalermoPalmira Immordino, Guido Maringhini, Salvo Parisi Per maggiori info:euronetmrphitaly@gmail.com

Uncategorized

SI al superamento del precariato medico. SI al merito ed alla trasparenza per l’accesso a tutti i ruoli del SSN e per la progressione di carriera.

Campagna #svoltiAMOlaSanità 3 giugno 2014: mobilitazione nazionale dei Giovani della Sanità. Programmazione, Formazione e Lavoro. Merito e Trasparenza. Prescrizione numero 4 Si superi l’emergenza del precariato medico: SI allo sblocco del turnover per ridare dignità ai giovani professionisti della Salute. SI a modalità di selezione trasparenti e meritocratiche per l’accesso alla dirigenza medica e per l’assegnazione degli incarichi nelle cure primarie e nella specialistica in regime di convenzionamento. Ai fini della progressione di carriera al criterio dell’anzianità di servizio si affianchino la misurazione delle performance  la valorizzazione delle competenze. Si valuti l’adozione di concorsi e graduatorie su base regionale per tutti i comparti della sanità. SI agli investimenti nella formazione medica continua con accesso gratuito e programmi fondati sui reali fabbisogni formativi.   Il precariato nel Servizio Sanitario Nazionale rappresenta un’emergenza che necessita dell’adozione di adeguati provvedimenti legislativi, necessari ad assicurare e salvaguardare i diritti fondamentali del lavoratore,  dando ai medici stabilità e certezze. L’adozione del DPCM “salva precari” e lo sblocco del turnover in Sanità appaiono indispensabili per ridare dignità ai medici precari del SSN con contratti a tempo determinato che, tutti i giorni, garantiscono la Buona Sanità su tutto il territorio nazionale, come, parimenti, risulta prioritaria la stabilizzazione anche delle migliaia di medici, giovani e non più giovani, titolari di contratti atipici e libero-professionali senza tutele. Con questo spirito il 3 giugno i Giovani Medici (SIGM) si approcceranno al testo del DPCM “salva precari” che verrà presentato al Ministero della Salute. Per eradicare il fenomeno della precarizzazione è altresì necessario, in parallelo, segnare un momento di SVOLTA anche in tema di adeguata programmazione dei fabbisogni di professionalità sanitarie: si formino le tipologie di medici specialisti ed i medici generalisti necessari a soddisfare il mutato bisogno di salute. Inoltre, non si può prescindere da un’attenta riflessione finalizzata alla rimodulazione delle modalità di selezione per l’accesso alla dirigenza medica del SSN e per l’assegnazione degli incarichi nel convenzionamento col SSN (cure primarie e specialistica ambulatoriale), che, in una sanità fortemente condizionata dalla politica e dal sindacalismo, impongono l’adozione di criteri di trasparenza e meritocrazia. Si valuti a tal fine l’adozione di concorsi e graduatorie su base regionale per tutti i comparti della sanità, superando al contempo la logica del “cucire addosso” strutture e funzioni. Trasparenza e meritocrazia si applichino parimenti ai fini della progressione di carriera, in atto essenzialmente basata sull’anzianità di servizio, non incentivando quindi alla produttività ed al miglioramento continuo delle performance. Occorrono, inoltre, investimenti nella formazione medica continua, garantendo ai medici l’accesso gratuito a tale strumento e provvedendo alla definizione di programmi personalizzati fondati sui reali fabbisogni formativi del medico, definiti attraverso survey specifiche sul modello del Regno Unito. Mettiamo in campo le migliori risorse della sanità. #svoltiAMOlaSANITÀ.

Uncategorized

MEETING con MMG e responsabili di CONTINUITA’ ASSISTENZIALE

Carissimi colleghi, come ben sappiamo il corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, pur offrendo un ricchissimo bagaglio nozionistico necessario all’espletamento della nostra professione, purtroppo pecca nel fornire ai giovani laureati una competenza adeguata per poter affrontare con la giusta perizia e preparazione quelle che nella stragrande maggioranza dei casi sono le prime attività che si aprono all’orizzonte del neo-laureato: MEDICINA GENERALE E CONTINUITÀ ASSISTENZIALE. Come PROMESSO più volte ai giovani colleghi che nei vari incontri tenutisi in Sede hanno portato alla nostra attenzione tale richiesta, il S.I.G.M. Salerno è venuto incontro a queste esigenze e, in collaborazione con la Cooperativa di MMG Mediservice, a partire da 15 maggio organizzerà degli INCONTRI di carattere “PRATICO ed INFORMALE” per addentrarci insieme a colleghi esperti gli aspetti pratici, burocratici ed amministrativi della MEDICINA GENERALE e della CONTINUITÀ ASSISTENZIALE. Questi i temi che saranno affrontati: MMG:- COMPILAZIONE DELLE RICETTE: compilazione ricettario rosso, utilizzo del ricettario ministeriale speciale (farmaci stupefacenti-psicotropi),assistenza a soggetti stranieri, fasce di rimborsabilità dei farmaci,numero confezioni prescrivibili,chi attribuisce e come vengono attribuiti i codici di esenzione, cosa sono le note AIFA, modalità di attivazione dell'”Assistenza Domiciliare”. – COMPILAZIONE CERTIFICATI: quali sono le tipologie di certificati che il MG può compilare, quali sono gratuiti e quali a pagamento, compilazione di certificazioni di malattia (per inabilità temporanea, a fini assicurativi-INPS, se e quando è obbligatorio indicare la diagnosi), certificazione per infortunio sul lavoro (modalità di segnalazione all’INAIL e circostanze in cui vige obbligo di denuncia), a chi viene proposto e come si effettua una richiesta di TSO,come si inoltrano referti e denunce all’A.G., quali sono le fattispecie di reato con cui il MG si può confrontare,certificazioni per attività sportiva (attività motoria non agonistica ed agonistica),certificato per porto d’armi. – DECESSO DI UN ASSISTITO: constatazione del decesso, certificato di morte e compilazione della scheda ISTAT,cosa fare in caso di morti sospette o dovute a reati. – IVG e contraccezione d’emergenza: obiezione di coscienza, prescrizione a minorenni. – modalità di espletamento delle visite domiciliari.compensi straordinari per interventi di piccola chirurgia, rimozione punti, terapia infusiva, ecc, qual è il compenso che può richiedere un sostituto. CONTINUITÀ ASSISTENZIALE: – La Borsa: Cosa mettere nella borsa del medico di continuità assistenziale. I farmaci, quali avere sempre con sé e quali somministrare.- La telefonata: Cosa chiedere al paziente al momento della ricezione della telefonata. Si può effettuare un consulto solo telefonicamente? La consulenza telefonica: qual è il suo valore legale?- La visita: è obbligatorio recarsi al domicilio del paziente?, Interventi “urgenti” e interventi differibili.- Prescrizioni e certificazioni: quali si e quali no, prestazioni obbligatorie da effettuare e prestazioni a discrezione del medico, prestazioni soggette a pagamento,- C.A. e 118, quali i casi da “girare” al 118, come comportasi in casi limite, salire in ambulanza col paziente?- linee guida cliniche in continuità assistenziale.- prestazioni pediatriche, linee guida di comportamento ed approcci terapeutici di base.

Uncategorized

GIOVANI MEDICI GLOBETROTTER E MOBILITÀ INTERNAZIONALE

La sede locale del SIGM Palermo, in collaborazione con l’MSC, e Studenti Universitari è lieta di invitarvi al primo Workshop sulla mobilità internazionale di studenti in medicina e giovani medici “Giovani camici bianchi globetrotter” Il presente Workshop si propone di rappresentare una risposta concreta alle esigenze di una professione medica globalizzata, cercando di fornire a studenti in medicina e giovani medici in formazione alcuni strumenti utili per orientare le loro scelte di mobilità internazionale in maniera consapevole. Saranno presentate e discusse in maniera partecipativa alcune esperienze vissute in altri contesti formativi e professionali internazionali, cercando di evidenziare come alla base di una proficua esperienza all’estero vi siano una preparazione adeguata, delle conoscenze linguistiche di base e dei contatti all’interno delle diverse realtà internazionali. Il Workshop si terrà presso l’ Aula Magna Igiene – Palermo, giorno 10 Febbraio 2014 dalle ore 15.00 alle ore 18,00   PROGRAMMA   Ore 15:00 Saluti Istituzionali Ore 15:30 Presentazione 1: Giovani camici bianchi nell’Europa e nel mondo della globalizzazione. Esperienze a confronto. Relatore:
Dr. Fabio Garofalo Delegate Manager MCS Sàrl
Médecin Assistant Senior
Servie ce Chirurgie
Hôpital RSV de Sion, Svizzera Ore 16:30 Presentazione 2: Ottimizzazione della mobilità professionale: progetto pilota in Svizzera Relatore:
Dr. Fabio Agri, Chief Exectutive Officer MCS Sàrl
Médecin Chef de Clinique Adjoint
Service de Chirurgie
Hôpital HIB de Payerne, Svizzera Ore 17:30 Dibattito

Uncategorized

WORKSHOP SULLA MOBILITÀ INTERNAZIONALE DI STUDENTI IN MEDICINA E GIOVANI MEDICI “GIOVANI CAMICI BIAN

La sede locale del SIGM Palermo, in collaborazione con l’MSC, e Studenti Universitari è lieta di invitarvi al primo Workshop sulla mobilità internazionale di studenti in medicina e giovani medici “Giovani camici bianchi globetrotter” Il presente Workshop si propone di rappresentare una risposta concreta alle esigenze di una professione medica globalizzata, cercando di fornire a studenti in medicina e giovani medici in formazione alcuni strumenti utili per orientare le loro scelte di mobilità internazionale in maniera consapevole. Saranno presentate e discusse in maniera partecipativa alcune esperienze vissute in altri contesti formativi e professionali internazionali, cercando di evidenziare come alla base di una proficua esperienza all’estero vi siano una preparazione adeguata, delle conoscenze linguistiche di base e dei contatti all’interno delle diverse realtà internazionali. Il Workshop si terrà presso l’ Aula Magna Igiene – Palermo, giorno 10 Febbraio 2014 dalle ore 15.00 alle ore 18,00 PROGRAMMA   Ore 15:00 Saluti Istituzionali Ore 15:30 Presentazione 1: Giovani camici bianchi nell’Europa e nel mondo della globalizzazione.Esperienze a confronto. Relatore:Dr. Fabio GarofaloDelegate Manager MCS SàrlMédecin Assistant SeniorServie ce ChirurgieHôpital RSV de Sion, Svizzera Ore 16:30 Presentazione 2: Ottimizzazione della mobilità professionale: progetto pilota in Svizzera Relatore:Dr. Fabio Agri,Chief Exectutive Officer MCS SàrlMédecin Chef de Clinique AdjointService de ChirurgieHôpital HIB de Payerne, Svizzera Ore 17:30 Dibattito

Uncategorized

Comunicato stampa Manifestazione #GiovaniMediciDay Sicilia

COMUNICATO STAMPA ASSOCIAZIONE ITALIANA GIOVANI MEDICI (S.I.G.M.)   GIOVANI MEDICI (SIGM): al via il #GiovaniMediciDay per rilanciare il sistema salute a partire dagli investimenti sulle giovani generazioni di professionisti   Giovedì 12 dicembre, dalle ore 10, i Giovani Medici siciliani parteciperanno al#GiovaniMediciDay realizzando una MANIFESTAZIONE REGIONALE A PALERMO, che avrà luogo presso PALAZZO D’ORLEANS, sede della Presidenza della Regione Sicilia. Il sit-in sarà organizzato in contemporanea con la Manifestazione Nazionale “GiovaniMedici Day” che sarà tenuta a Roma presso Piazza Montecitorio In Sicilia, come è noto, le criticità sono perfettamente sovrapponibili a quelle nazionali ed in particolare 1) ritardi nei pagamenti degli stipendi degli specializzandi regionali e debito milionario contratto dalla Regione con le Università 2) ritardi nei pagamenti degli stipendi dei corsisti di medicina generale ed annesse problematiche 3) nessuna prospettiva allo stato attuale, per carenza di fondi, di mettere a concorso contratti aggiuntivi regionali per aspiranti specializzandi neolaureati e per gli studenti che conseguiranno la laurea da qui al 2020 Tutte le predette problematiche sono accomunate da un’unica via di risoluzione: l’utilizzo del Fondo Sociale Europeo (FSE). Informiamo che è in atto la definizione del documento programmatico sulla base del quale verranno impiegati i finanziamenti del FSE in Sicilia. Ad oggi, la formazione medica non è stata ricompresa in tale documento. Dall’Assessorato regionale della Salute ci hanno allertato e ci hanno esortato a farci sentire. Inoltre, è in corso di definizione il Bilancio Regionale che, a dire delle dichiarazioni rilasciate dai politici regionali, potrebbe esser definito per la prima volta entro la scadenza ordinaria del 31 dicembre. Temiamo inoltre che in sede di Bilancio, a causa delle note ristrettezze economiche, si elevato il pericolo che la Regione non inserisca le somme necessarie a coprire il finanziamento ordinario per il pagamento degli stipendi regionali nel 2014, come invece previsto dalla Legge Finanziaria approvata nella scorsa primavera     Grandissimo riscontro di adesioni da tutta Italia al secondo #GiovaniMediciDayche si tradurrà in una manifestazione nazionale non sindacale in piazza Montecitorio ed indiverse iniziative collaterali in tutto il Paese il 12 dicembre 2013: l’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) ha chiamato a raccolta a Roma la componente giovane della professione medica e della sanità, studenti di medicina inclusi, per chiedere un cambio di rotta ed una netta discontinuità nelle politiche sanitarie e professionali. Infatti non può essere tollerato che gli effetti di sprechi, inefficienze ed assetti non più sostenibili si ripercuotano in negativo sulle giovani generazioni ed in particolare sul diritto alla formazione ed all’accesso al mondo del lavoro; al di là dello stato di emergenza contingente, I Giovani Medici (SIGM) chiedono interventi strutturali ed un’adeguata programmazione del fabbisogno di professionalità. Un flash mob e manifestazioni satelliti, regionali e locali, si terranno in maniera coordinata in altre città italiane. In studio l’ipotesi di chiedere un’astensione dalle attività formative professionalizzanti da parte dei giovani medici e non medici in formazione. I Giovani Medici (SIGM) sostengono i numerosi emendamenti presentati alla Camera al ddl Stabilità la cui approvazione andrebbe incontro alle richieste, segnando l’inizio di una nuova fase.     In migliaia, tra giovani medici neoabilitati ed aspiranti specializzandi, studenti di medicina, medici e professionisti non-medici iscritti alle scuole di specializzazione e formandi in medicina generale, stanno rispondendo presente alla chiamata lanciata dal SIGM per chiedere a gran voce al Governo ed al Parlamento investimenti nel settore della formazione di area sanitaria, ritenuto strategico per il SSN e per la tutela della salute dei cittadini. Inaccettabile la previsione che l’attuale finanziamento dedicato ai contratti ministeriali per il concorso di accesso alle Scuole di Specializzazione di area sanitaria 2013/2014 sia sufficiente a finanziare soltanto 2.000 unità contrattuali a fronte del quadruplo di potenziali concorrenti. Inaccettabile, al pari, la scarsa considerazione rivolta al settore strategico della formazione specifica in medicina generale, nonchè della disparità di trattamento nei confronti dei corsisti di medicina generale e degli specializzandi non medici. Questi, ed altri, rappresentano incentivi all’emigrazione di tanti giovani dell’area sanitaria e gridano allo scandalo per uno spreco di risorse umane, formate a spese dello Stato, investite in una formazione a perdere di professionisti costretti a cercare una realizzazione oltre confine, anche in ragione delle scarse prospettive occupazionali e di un futuro all’insegna del precariato. Il #GiovaniMediciDay promosso dal SIGM chiama i futuri professionisti della sanità ad un patto generazionale e vuole affermare una visione di sanità e di sistema che crei una netta discontinuità con sprechi, inappropriatezze e contiguità tra politica e parte della Professione organizzata, frutto di politiche gerontocratiche e non lungimiranti. Il primo passo del #GiovaniMediciDay è il sostegno ai numerosi emendamenti presentati alla Camera al ddl Stabilità la cui approvazione andrebbe incontro alle richieste dei manifestanti, segnando l’inizio di una nuova fase. Se per gli anni a venire ci si potrebbe giovare dei Fondi strutturali Europei (Fondo Sociale Europeo, Programmi Operativi Nazionali) nell’ambito della programmazione comunitaria in atto in fase negoziale, rimane invece l’emergenza per i prossimi due anni accademici: dovrebbero essere reperiti almeno 100 milioni di euro annui per garantire la dotazione di contratti di formazione degli anni precedenti e per garantire la contrattualizzazione dei corsisti di medicina generale e degli specializzandi non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria. Ma non basta! I Giovani Medici a fronte degli investimenti, chiedono a) l’adozione di una adeguata programmazione del fabbisogno di professionalità mediche e non e chiedono: a) interventi strutturali nel sistema salute; b) il disinvestimento dagli ambiti che producono sprechi per investire nei settori più produttivi ed utili a soddisfare i nuovi scenari di salute; c) il ricorso a criteri oggettivi, trasparenti e non discrezionali per l’accesso ai ruoli del SSN ed al convenzionamento nella medicina territorio; d) la distribuzione delle premialità in base al merito e non più in base al semplice criterio di anzianità; e) il superamento delle politiche professionali gerontocratiche che mortificano la componente giovane della professione in tutti gli organismi di rappresentanza della professione. In contemporanea alla manifestazione nazionale di Montecitorio si terranno una serie di iniziative parallele e coordinate: – invito all’astensione dalle attività formativo-professionalizzanti da parte dei medici in formazione, con la messa in scena di iniziative di protesta su base regionale (confermate in Sicilia e Sardegna) e locale (annunciate in quasi tutte le sedi universitarie Italiane); – Tweetmob “#GiovaniMediciDay”, rilanciando su Twitter messaggi indirizzati al Presidente Enrico Letta (@EnricoLetta) contrassegnati dagli hashtag #giovanimediciday, #lasanitàchevogliamo,#contrattioraomaipiù, #orgogliomedicinagenerale. Ma la Campagna #GiovaniMediciDay proseguirà anche dopo la giornata del 12 dicembre 2013, per stimolare i lavori Parlamentari sul Ddl di Stabilità, ma al pari per tratteggiare #lasanitàchevogliamo in previsione della definizione del Patto per la Salute.  

Uncategorized

Giornata di Medicina Preventiva nelle Piazze di Salerno organizzata dal S.I.G.M. di Salerno

  L’evento ideato ed organizzato dai Giovani Medici della Provincia di Salerno (S.I.G.M. – Segretariato italiano Giovani Medici della Provincia di Salerno), in collaborazione con la Cooperativa Mediservice e con il patrocinio dell’Ordine dei Medici di Salerno e del Comune di Salerno vuole porsi molteplici obiettivi. Perché?Scopo primario della giornata di prevenzione è di offrire ai cittadini di Salerno ed ai suoi visitatori un’intera manifestazione dedicata alla educazione alla salute, alla sensibilizzazione ed alla prevenzione delle principali patologie, a carico dei vari organi ed apparati, siano esse a carattere cronico-degenerativo che ad insorgenza acuta, che presentano la maggiore incidenza sul nostro territorio, la cui gestione inappropriata grava principalmente sulla qualità di vita della persona, ma rappresenta anche un enorme peso per la spesa sanitaria.Tale evento è volto alla divulgazione di “pillole di salute” che spieghino l’incidenza dei fattori di rischio causa di malattia e promuovano uno stile di vita sano.Protagonista dell’evento è il cittadino, coinvolto in modo interattivo attraverso un “percorso della salute”, volto a renderlo più consapevole del suo stato di salute e del suo stile di vita.Altro scopo della giornata è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica alla competenza del Giovane Medico, ed avvicinare la popolazione ad un confronto umano e più empatico verso una classe Medica attualmente al centro di numerose controversie professionali. Infine, la realizzazione di tale evento vorrebbe mostrare come sia possibile creare sul nostro territorio un rapporto sinergico e di crescita sia professionale che personale reciproca tra il più saggio medico di famiglia ed il giovane medico salernitano, dediti entrambi al raggiungimento del benessere del cittadino, scopo unico della “missione” del medico sin dai tempi di Ippocrate.Quando?Domenica 6 Ottobre 2013, dalle ore 10.30 alle ore 19.Dove?La manifestazione prevede un “percorso della prevenzione” che si snoda lungo l’asse centrale della città da piazza della Concordia a Piazza Cavour lungo la lungomare di Salerno comprendente anche una “piazza dell’informazione medica” collocata nella piazzetta del lungomare immediatamente antistante alla Camera di Commercio. Attraverso l’allestimento di tende ambulatori e/o unità mobili di medicina i giovani Medici Specialisti, Specializzandi e non, affiancati dall’attività dei Medici di famiglia e degli Studenti della giovanissima Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Salerno intervisteranno, forniranno prestazioni mediche specialistiche ed informeranno ed istruiranno alla prevenzione i cittadini che accoglieranno l’invito alla sorveglianza della propria salute. Sono previsti quindi stand dedicati all’accoglienza della popolazione, altri dedicati alla divulgazione medica e all’educazione alla salute, gazebo ed ambulatori mobili per l’espletamento di visite specialistiche nelle branche Oculistica, Dermatologia, Malattie del Metabolismo, Malattie dell’Apparato Cardiovascolare, Malattie dell’Apparato Respiratorio, Patologie Muscolo-Scheletriche.Come?La piazzetta del Lungomare Trieste immediatamente antistante alla Camera di Commercio rappresenterà il fulcro organizzativo ed il centro divulgativo della Giornata. In tale sede saranno presenti:- un INFO POINT, gestito da almeno 3 Giovani Medici con competenze specifiche in Medicina del Lavoro e Medicina Legale che gestiranno l’organizzazione della divulgazione dell’informazione medica, saranno a disposizione dei cittadini interessati al percorso per fornire ogni tipo di indicazione riguardante lo svolgimento della manifestazione e coordineranno dietro le quinte il corretto svolgimento delle prestazioni mediche dedite alla prevenzione. – un gazebo di “accoglienza” in cui una Hostess permetterà il regolare svolgimento dell’attività di un medico di base della Cooperativa Mediservice che scrupolosamente raccoglierà l’anamnesi del paziente, eseguirà un accurato controllo di alcuni parametri clinici necessari a un corretto inquadramento diagnostico quali peso, altezza, circonferenza addome e pressione arteriosa ed indirizzerà il cittadino, in base alle problematiche emerse da questo primo approccio clinico-anamnestico, alla prestazione medica di cui necessita per un corretto screening personalizzato.- un gazebo all’interno del quale studenti degli ultimi anni della facoltà di Medicina e Chirurgia di Salerno metteranno a disposizione dei cittadini tutte le loro conoscenze acquisite durante il percorso di studi per fornire delucidazioni in merito ai fattori di rischio delle principali patologie incidenti sul nostro territorio e sul come imparare a prevenirle. In tale sede la loro attività si alternerà a quella di una collega con competenze specifiche nella “lotta contro il fumo” che metterà a disposizione dei cittadini interessati la propria esperienza medica in tale campo.In Piazza del Marinaio (rinominata durante la manifestazione PIAZZA del CORPO) saranno presenti:- un gazebo accuratamente chiuso all’esterno e internamente attentamente suddiviso per garantire la privacy dei cittadini in cui vi sarà un settore di “accoglienza” in cui una Hostess permetterà il regolare svolgimento dell’attività di un medico di base della Cooperativa Mediservice che scrupolosamente raccoglierà l’anamnesi del paziente, eseguirà un accurato controllo di alcuni parametri clinici necessari a un corretto inquadramento diagnostico quali peso, altezza, circonferenza addome e pressione arteriosa ed indirizzerà il cittadino, in base alle problematiche emerse da questo primo approccio clinico-anamnestico, alla prestazione medica di cui necessita per un corretto screening personalizzato ed un settore dedicato alla prevenzione in Dermatologia in cui un giovane medico con competenze specifiche in Dermatologia e Venereologia effettuerà prestazioni di medicina preventiva in tale settore. – due gazebo accuratamente chiusi all’esterno in cui espleteranno prestazioni di medicina preventiva un giovane medico specializzato in Oculistica e tre giovani medici competenti in Patologie Muscolo-Scheletriche e Fisiatria insieme al giovane collega specialista del settore.Nella piazza della Lungomare Trieste (rinominata durante la manifestazione PIAZZA del METABOLISMO) antistante alle Poste Centrali sarà presente gazebo accuratamente chiuso all’esterno e internamente attentamente suddiviso per garantire la privacy dei cittadini in cui eseguiranno prestazioni di medicina preventiva un giovane medico specializzato in Radiologia (ecografista), un giovane medico con competenze specifiche in Epatologia e Gastroenterologia, uno in Chirurgia Generale e due giovani medici competenti in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo per fornire uno screening globale sulle patologie metaboliche di maggior rilievo (es. diabete, dislipidemie, sindrome metabolica, obesità, patologie tiroidee ed epatiche).Nella piazza della lungomare Trieste antistante Via Velia (rinominata durante la manifestazione PIAZZA del RESPIRO) saranno presenti:- un gazebo chiuso all’interno del quale espleteranno la propria attività di prevenzione un medico specialista in pneumologia per fornire uno screening di base dell’apparato respiratorio affiancato da un giovane collega con competenze specifiche in allergologia che effettuerà ai pazienti con anamnesi positiva per sospetto di patologia allergica uno screening allergologico.- un gazebo aperto all’interno del quale verrà allestita una postazione per attività dimostrativa teorico-pratica di primo soccorso. Tale attività sarà tenuta da un giovane medico istruttore IRC di primo soccorso accreditato a livello nazionale.- un’ambulanza non medicalizzata gentilmente offerta dalla Misericordia di Salerno. STAFF:MEDICI ORGANIZZATORI: Direttivo SIGM Salerno: PRESIDENTE: Claudio Zulli (AIF Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva), VICEPRESIDENTE: Vincenzo Crispino (AIF Medicina del Lavoro), SEGRETARIO: Chiara Ritonnaro (AIF Medicina del Lavoro), AMMINISTRATORE: Angelo Fruncillo (AIF Anestesia e Rianimazione – Istruttore I.R.C.) Esecutivo SIGM: Aristide Marino (Specialista in Medicina del Lavoro), Valeria Palatucci (AIF Chirurgia Generale), Anita Sommella (AIF Medicina fisica e Riabilitativa), Fabio De Bartolomeis (AIF Allergologia), Daniela Esposito (AIF Endocrinologia e Malattie del Metabolismo), Marianna Longo (AIF Medicina Legale e delle Assicurazione), Raffaele Dario D’Amato (AIF Ortopedia e Traumatologia), Giovanni Cannaviello (AIF Medicina Fisica e Riabilitativa) Cooperativa Mediservice: Mario De Santis (MMG), Alessandro Noia (MMG), Giovanni Buccino (MMG)MEDICI PARTECIPANTI:Pietro Lanzetta (Endocrinologia e Malattie del Metabolismo), Gerardo Apicella (Malattie dell’Apparato Respiratorio), Paola Erra (Diagnostica per Immagini), Francesca Abbondati (Fisiatria), Francesco Scarpa (Oculistica), Giovanni Montesarchio (Dermatologia).NEOLAUREATI e STUDENTI di Medicina e Chirurgia: Armando Cozzolino, Simone Sellitto, Carmine Sellitto, Marco De Maio, Carmela Giordano , Antonio Romanelli, Nicola Virtuoso, Maria Sangermano   Dr Claudio Zulli AIF Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Università Federico II Napoli Presidente Segretariato Italiano Giovani Medici della Provincia di Salerno    

Uncategorized

AGGIORNAMENTO CONTRATTI DI FORMAZIONE REGIONALE UNIME

Cari Colleghi, l’Università di Messina ha ricevuto la notifica del D.D.A. della Regione Sicilia 1537 del 23 Agosto 2013 relativo allo sblocco delle spettanze degli specializzandi titolari di contratto regionale che frequentano il III e V anno di corso nell’ A.A. 2012/2013. Tali somme, che si vanno ad aggiungere a quelle precedentemente stanziate prima dell’estate per i colleghi al II e V anno di corso (nell’ A.A. 2012/2013), vanno a coprire la spesa del corrente anno accademico per l’Università degli Studi di Messina tranne per i colleghi neoentrati (attualmente al primo anno con presa di servizio l’8 Agosto 2013) e i colleghi del IV anno. Tali somme inoltre, non coprono nemmeno parzialmente il milionario debito pregresso che anzi si va rimpinguando proprio con le spettanze relative al primo anno. Stiamo dialogando con l’Università di Messina, per superare l’impasse che coinvolge i colleghi del IV anno, nell’attesa che la Regione disponga l’erogazione delle mensilità. A breve daremo nuovi aggiornamenti in merito.