image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 134 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2265
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 8730441
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

RIAPERTI I BANDI REGIONALI PER I CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE TRIENNIO 2017-2020. SCADENZA 28 AGOSTO!

E' stato pubblicato in data 28 Luglio, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale n. 57, l’avviso di avvenuta emanazione da parte delle Regioni dei bandi per l’ammissione ai Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dà il via alla presentazione delle domande. Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ovvero entro il 28 Agosto p.v. . Per maggiori dettagli si rimanda ai bandi delle singole Regioni e Province Autonome, che trovate nei link sottostanti.

Con tale provvedimento, che completa il decreto emanato dal Ministero della salute il 07 Giugno 2017,il Ministero e le Regioni risolvono già da quest’anno l’annosa questione dei laureati in medicina non ancora in possesso dell’abilitazione, proprio come auspicato e richiesto da tempo dal Segretariato Italiano Giovani Medici e dal Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi.

 

AGGIORNAMENTO ITER PRE-CONCORSO SSM2017 (13 Luglio 2017): PARERE DEL CONSIGLIO DI STATO e NUOVO ACCREDITAMENTO , CONFERMATE LE INNOVAZIONI

BREAKING NEWS: È stato pubblicato il Parere del Consiglio di Stato in merito al nuovo regolamento (leggi qui) online sul portale GiustiziaAmministrativa.it

Care Colleghe e cari Colleghi,

al fine di fornire una corretta informazione in merito alle principali novità in arrivo in tema di formazione medica post lauream, con particolare riferimento ai criteri di accreditamento delle UU.OO. afferenti alle reti formative delle Scuole di Specializzazione e alle modalità di svolgimento del prossimo concorso di accesso alle Scuole di Specializzazione di area medica a.a. 2016/2017 (SSM2017), una delegazione dell’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) e del Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi (CNAS) ha incontrato in data 10 luglio u.s. un rappresentante del Gabinetto del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Rispetto al recente “Decreto interministeriale recante gli standard, i requisiti e gli indicatori di attività formativa e assistenziale delle Scuole di specializzazione di area sanitaria”, dalla riunione è emerso come il MIUR auspichi una rapida chiusura della fase di acquisizione di informazioni sulle unità operative extra-universitarie inserite nelle proposte di rete formativa regionale che sono tuttora in corso di presentazione all’Osservatorio nazionale sulla formazione medica specialistica per opportuna verifica, riscontro e valutazione.

Difatti, nonostante alcune criticità di ordine tecnico emerse a riguardo dell’implementazione della riforma sull’accreditamento delle Scuole di Specializzazione Mediche, resa possibile dai contenuti del DIM n. 402 del 2017 e prevista dal DIM n. 68 del 2015 sul più generale riordino della formazione specialistica post-lauream, grazie ad un importante sforzo congiunto profuso da tutti gli attori coinvolti nell’articolato processo (Osservatorio Nazionale della Formazione Medica Specialistica, MIUR, Ministero della Salute, AGENAS, ANVUR, CINECA, Regioni e Atenei), il 10 luglio 2017 si è conclusa positivamente la fase di inserimento dei dati richiesti nella piattaforma informatica. Dopo l’approvazione nei giorni scorsi delle modifiche ordinamentali da parte dello specifico gruppo di lavoro del Consiglio Universitario Nazionale (CUN), si è aperta ora una seconda fase, che vede coinvolto in prima linea l’Osservatorio Nazionale per la Formazione Medica Specialistica con il compito di verificare le proposte di accreditamento della rete formativa delle scuole di specializzazione avanzate dai singoli Atenei. A seguire, su proposta dell’Osservatorio nazionale, sarà compito del Ministero della Salute definire i decreti specifici di accreditamento delle reti formative.

Appare utile ricordare, per inciso, che alle scuole di specializzazione che, in sede di prima applicazione della Riforma, dovessero presentare una non completa aderenza agli “standard, requisiti e indicatori di attività formativa e assistenziale” individuati dal decreto, potrà essere concesso un accreditamento provvisorio limitatamente a situazioni suscettibili di miglioramento. A tal fine, è stato previsto un periodo di tempo fino a un massimo di 2 anni a fronte della presentazione di un piano di adeguamento.

Durante l’incontro avuto al MIUR la nostra Associazione ha ribadito il proprio sostegno all’immediata applicazione della Riforma rivolgendo un appello ai Ministeri competenti al fine di farsi garanti dell’ottimale adempimento del percorso di accreditamento delle scuole di specializzazione di medicina che, seppur in presenza di fisiologiche criticità connesse all’implementazione di una nuova procedura, ha necessità di essere ultimato quanto prima.

Ricordiamo come tale tempistica, difatti, assieme al via libera del Consiglio di Stato al nuovo Regolamento di concorso, rappresenti la conditio sine qua non per provvedere all’emanazione del Decreto Ministeriale recando il bando di concorso di accesso a SSM2017.

Proprio in merito al regolamento del prossimo concorso di accesso alle Scuole di Specializzazione di area medica a.a. 2016/2017 (SSM2017), nel rispetto di quanto preannunciato dalla nota MIUR del 13 maggio u.s., segnaliamo alcuni dei principali contenuti del testo inviato al Consiglio di Stato nelle scorse settimane:

  • - Viene confermata la graduatoria unica con test unico nazionale sa svolgersi in unica prova
  • - Vi sarà la possibilità di esprimere fino a tre preferenze per tipologia di scuola senza vincolo di area
  • - Scelta effettuata dopo lo svolgimento del test e dopo la pubblicazione della graduatoria di merito
  • - Il concorso dovrebbe svolgersi nei primi giorni del mese di ottobre - ovvero a distanza dei sessanta giorni dall’emanazione del bando di concorso, auspicata per fine luglio (in riferimento alla tempistiche dettate dalla chiusura dell’iter di accreditamento delle Scuole e del pronunciamento da parte del Consiglio di Stato – atteso a giorni - sul testo del nuovo regolamento di concorso).
  • - Minor impatto del peso curricolare nel determinare il punteggio complessivo
  • - Il test verrà svolto in sedi macro-regionali compresive del criterio Nord, Centro e Sud (gli spazi, ancora in via di identificazione da parte del Ministero, dovrebbero dare garanzia di standardizzazione delle condizione di svolgimento della prova e di sorveglianza - n.d.r. abbiamo sottolineato l'importanza di selezionare spazi ampi e omogenei, senza parcellizzazione di sorta);
  • - Verrà introdotto un meccanismo per scoraggiare il futuro possibile abbandono di contratti (lo scopo è di ottimizzare l’assegnazione e l’utilizzo dei contratti messi a disposizione e a responsabilizzare i colleghi vincitori di contratto rispetto alle attività didattico-assistenziali svolte in una scuola di specializzazione, richiedendo un congruo anticipo nella decisione di abbandonare la Scuola nella quale si è iscritti per riprovare il test l’anno successivo);
  • - La presa di servizio avverrà entro novembre 2017

L’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) e il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi (CNAS) esprimono grande soddisfazione nel constatare l’impegno del MIUR nel tener fede al lavoro di profondo miglioramento dell’impalcatura del sistema di formazione medica post lauream preannunciato dalla Ministra Fedeli durante l’incontro avuto il 9 febbraio u.s. proprio con la delegazione di SIGM e CNAS e confermato con la successiva nota ministeriale del 13 Maggio u.s..

SIGM e CNAS, nel contempo, ringraziano il MIUR nella persona del rappresentante dell'Ufficio di Gabinetto per la disponibilità a illustrare le principali novità relative al nuovo regolamento e alle modalità di organizzazione del concorso nazionale di accesso alle Scuole di Specializzazione a.a. 2016/2017 rispondendo in tal modo a molte delle domande provenienti dai futuri partecipanti al concorso che, troppo spesso, sono vittima di false e/o superficiali campagne di informazione via web e social nelle quali vengono propinate risposte illusorie e, certamente, non attendibili.

In ultimo informiamo che, al fine di supportare il MIUR nel processo di miglioramento continuo della struttura del concorso nazionale, la delegazione ha consegnato al Vice Vapo di Gabinetto i risultati della survey (anticipati via email il 7 giugno u.s., vedi link) che ha raccolto tutte le domande, osservazioni e proposte espresse da parte degli aspiranti specializzandi a metà maggio 2017 in modo che il tutto possa essere di aiuto per migliorare i futuri bandi di concorso.

Il Dipartimento Specializzandi dell'Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM)

Il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi (CNAS)

 

AGGIORNAMENTO ITER PRE-CONCORSO SSM2017 (22 GIUGNO 2017)

Care Colleghe e cari Colleghi,

in merito al prossimo avvio dell'iter pre-concorsuale per l'accesso alle scuole di specializzazione a.a. 2016/2017, vi informiamo che in data odierna è stata aperta la banca dati del CINECA ed è iniziata la procedura di accreditamento secondo i nuovi criteri previsti dal decreto interministeriale n. 402 del 2017. La procedura dovrà concludersi entro il 3/07 2017.

Inoltre, vi informiamo che nei primi giorni della prossima settimana si terrà al MIUR una riunione atta a definire le modalità logistiche con cui affrontare le prove del concorso SSM2017. Difatti, come anticipato nello scorso aggiornamento, il nuovo regolamento già inviato al Consiglio di Stato introdurrà, tra le altre cose, una semplificazione organizzativa che prevederà anche una riduzione del numero di sedi con la creazione di sedi macro-regionali utili a meglio standardizzare le condizioni con cui gli aspiranti specializzandi affronteranno le prove.

Il MIUR ha pertanto convocato alcuni Rettori Italiani per proporre e concordare, di concerto con la CRUI, le sedi nelle quali saranno espletate le prove concorsuali. Ogni affermazione circa l'avvenuta scelta delle sedi concorsuali, circolata sul web, appare pertanto prematura.

Continueremo a tenervi puntualmente informati sui fatti nel tentativo di fornire informazioni attendibili e trasparenti.

Il Dipartimento Specializzandi SIMS
Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM)

 

Aggiornamento concorso SSM2017 : breaking news

Dopo la pubblicazione del Decreto Interministeriale recante i nuovi criteri di accreditamento delle scuole di specializzazione, il MIUR, con un comunicato aggiornato in data odierna, ha informato che il nuovo regolamento per il concorso di accesso alle Scuole di Specializzazione #SSM2017 è stato chiuso e inviato al Consiglio di Stato come da prassi normativa. Ciò indica la ferma volontà di voler intordurre già da quest’anno importanti innovazioni al concorso di accesso alle scuole di specializzazione cosi come preannunciato con la nota del 13 maggio u.s. Il comunicato odierno conferma le principali modifiche:

  • Graduatoria unica
  • Prova unica per tutti i candidati
  • Rimodulazione dei punti assegnati per il curriculum
  • Miglioramento della logistica attraverso la possibilità di aggregazione territoriale delle sedi per area geografica

Nei giorni scorsi il Dipartimento Specializzandi della nostra Associazione e il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi avevano presentato un documento con dei suggerimenti raccolti attraverso la consultazione pubblica che aveva interessato centinaia di colleghi neolaureati in merito Domande, Proposte e Osservazioni relative alle modifiche da apporre al sistema di accesso: in attesa di poter leggere il nuovo regolamento l'auspicio è che siano state prese in considerazione nel testo inviato al Consiglio di Stato, ora non più modificabile se non per osservazioni proveniente proprio dal Consiglio stesso (in altre parole sono andate a vuoto le richieste conservative avanzate dal CUN su proposta del corpo docente come di recente ricordato in uno degli ultimi aggiornamenti.

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.