image
sims
Cerca nel Portale
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.
S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 216 visitatori online
Utenti : 18595
Contenuti : 2323
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 10098804
Contatti


Licenze Creative Commons

Notice

Carenza Medici di Medicina Generale Proposta per Scongiurare Il collasso delle Cure Primarie

Carenza Medici Medicina Generale

la proposta del SIGM per allontanare visioni apocalittiche con soluzioni che promuovano l'evoluzione di Cure Primarie capaci di far fronte alle sfide attuali


Negli ultimi mesi, in tutto il territorio italiano, si prospettano scenari sempre più difficili per il futuro della Medicina Generale e di tutto il sistema delle Cure Primarie. Oltre all’imminente massivo  pensionamento  dei MMG  e  alla  ridotta  reperibilità  di medici  tra  quelli  già  iscritti  nelle  graduatorie  regionali,  si  assiste  a  proposte al  ribasso  che  mirano  a  mortificare  l'importanza  di  una  formazione specifica  in  ambito  di  Medicina  Generale, spesso  per mal  celati  interessi  di natura  sindacale.


L’Associazione  Italiana  Giovani  Medici  ha  pertanto  formulato  un documento  programmatico  sviluppato  in  5  punti  ed  inviato  al  Ministero  della Salute, alla  direzione  Professioni  Sanitarie  del Ministero  della  Salute ed  al  Coordinamento Tecnico  Commissione  Salute  Regione  Piemonte, con l’augurio  che  possa  fungere  da  stimolo  sia  per  l'apertura  di  una discussione  costruttiva  che  per  la  ricerca  e  l’elaborazione  di  soluzioni fattive  e  concrete  nell’ambito  delle  Cure  Primarie.



La proposta è definita in cinque punti, clicca qui per la visualizzazione.


 

I Giovani Medici chiedono un incontro MIUR e Ministero della Salute

Richiesto incontro congiunto con M.I.U.R. e Ministero della Salute per coordinare i concorsi SSM ed MG per scongiurare la perdita di borse di studio.

Il Consiglio Esecutivo Nazionale del Segretariato Italiano Giovani Medici, di concerto con il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi, ha richiesto un incontro congiunto con i due ministeri per arrivare ad un coordinamento tra il concorso per le Scuole di Specializzazione di area Sanitarie e il concorso per l’accesso ai Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale per mettere in atto tutte i provvedimenti atti a tutelare i giovani medici dal rischio di perdita delle già esigue borse per la formazione medica post-lauream.

SIGM  e CNAS chiedono, inoltre, che vengano messe in campo tutte le energie necessarie da parte di Ministero della salute, MIUR e Regioni per risolvere definitivamente il problema della perdita di borse per la formazione medica post-lauream, attraverso l’istituzione di una graduatoria nazionale e di un concorso unificato da svolgere in un’unica data sia per l’accesso ai corsi di medicina generale sia per l’accesso alle scuole di specializzazione. Tale soluzione, da sempre auspicata dal SIGM e dal CNAS e recepita da alcuni parlamentari sotto forma di emendamenti alla finanziaria 2015 e 2016, consentirebbe di risolvere una volta e per tutte questo annoso problema.

 

Richiesta trasparenza bando CSFMG Sicilia

Le sedi siciliane del SIGM chiedono alla Regione Sicilia di mettere in atto tutti i provvedimenti necessari per scongiurare lo scempio dello scorso anno, evitando che nel bando per il CFSMG 2018-2021 regionale venga richiesta un’immotivata contribuzione agli aspiranti medici di famiglia siciliani.

 

Pubblichiamo di seguito la lettera (CLICCA QUI PER APRIRLA) che le sedi siciliane dell'Associazione Italiana Giovani Medici hanno inviato all’Assessore Regionale alla Salute – Sicilia, alla Presidenza della Regione Sicilia, alla Direzione Generale Professioni Sanitarie del Ministero della Salute, e ai Presidenti e Vice presidenti della VI Commissione dell’ARS.

Le sedi siciliane del SIGM chiedono alle Istituzioni regionali, a cui per legge è affidata la Formazione Specifica in Medicina Generale, di mettere in atto tutti i provvedimenti per evitare che si ripeta quanto avvenuto lo scorso anno, ovvero che venga richiesto agli aspiranti medici di medicina generale siciliani un contributo di iscrizione per la partecipazione, da versare su un conto dell’Ordine dei Medici e Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Palermo. Benché esista una specifica convenzione tra l’Assessorato Regionale alla Salute e l’OMCeO di Palermo circa gli aspetti didattici del Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale siciliano, non è chiaro il perché del versamento su un conto corrente che non sia della Regione Siciliana.

È opportuno considerare che non sono mai stato chiarite le ragioni alla base di tale contributo, che non ha corrispondenti nel resto dei bandi regionali di accesso ai CFSMG, e che non era presente neanche in Regione Sicilia prima che venisse stipulata la convenzione con l’Ordine dei Medici e Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Palermo.

Con l’occasione viene richiesto alla Regione Sicilia inoltre di verificare ulteriori aspetti poco chiari riguardanti sempre la stessa convenzione.

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.