image
sims
Cerca nel Portale
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.
S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 226 visitatori online
Utenti : 18595
Contenuti : 2323
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 10098812
Contatti


Licenze Creative Commons

Notice

DECRETO LAUREA ABILITANTE

Ecco il DECRETO n.58 del 9 maggio 2018 con il  Regolamento recante gli esami di Stato di abilitazione all'esercizio della professione di medico-chirurgo.

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca rende pubblico il testo completo.

Clicca qui per visualizzare il TESTO COMPLETO

 

Rinviata la conferenza Stato-Regioni: l'Associazione Italiana dei Giovani Medici SIGM chiede responsabilità

IL SEGRETARIATO ITALIANO GIOVANI MEDICI ESPRIME PREOCCUPAZIONE CIRCA IL RINVIO A DATA DA DESTINARSI DELLA PROSSIMA SEDUTA DELLA CONFERENZA STATO REGIONI.

All’indomani dell’avvio dell’iter concorsuale per l’accesso alle Scuole di Specializzazione di Area Medica per l’AA 2017/2018, con la pubblicazione in data 17 Maggio della prima parte del bando, gli aspiranti specializzandi attendono il completamento dello stesso e la pubblicazione dei posti disponibili per ciascuna Scuola e presso ciascuna Sede, che dovrà necessariamente seguire la pubblicazione del fabbisogno triennale di medici specialisti da parte della Conferenza Stato-Regioni.

Esprimiamo dunque preoccupazione per il rinvio a data da destinarsi della seduta prevista per il 7 giugno, a poco più di un mese dalla data prevista del concorso.

Chiediamo che la Conferenza Stato Regione si assuma la responsabilità di non bloccare l’iter concorsuale ritardando gli step necessari al completamento del bando, ma anzi di dare, alla luce del nuovo governo insediatosi, un chiaro senso di interesse nei confronti di una tematica così delicata quale quella della corretta programmazione in medicina, nel rispetto anche dei candidati che stanno programmando la prova concorsuale secondo le indicazioni ministeriali.

Auspichiamo che la seduta rappresenti inoltre l’occasione per riflettere sulla dicotomia che si conferma di anno in anno tra il crescente fabbisogno di specialisti e l’offerta formativa mai sufficiente, nei numeri e nei contenuti. Che sia questo un momento di responsabilizzazione, delle Istituzioni tutte, per migliorare la più grande arma di cui uno Stato lungimirante può disporre: la programmazione.

 

L'Associazione Italiana Giovani Medici SIGM si rivolge al Nuovo Governo

L’Associazione Italia Giovani Medici (S.I.G.M.), augurando buon lavoro al neonato Esecutivo, chiede immediatamente l’attenzione del nuovo Governo e del rinnovato Parlamento sulle gravi problematiche che affliggono la condizione dei giovani camici bianchi italiani.

Da anni oramai, i Giovani Medici pongono sotto i riflettori della politica la preoccupante situazione della Sanità italiana che, soprattutto a causa dei propri storici e immutati assetti, penalizza i giovani professionisti della salute e, in tal modo, reca danno al futuro della tutela della salute dei cittadini.

Diverse le campagne nazionali lanciate sul tema, quali #WeLoveSSN, #SvoltiAMOlaSANITÀ e gli appuntamenti annuali del #GiovaniMediciDay.

Negli ultimi anni, infatti, un Sistema Sanitario Nazionale in continua evoluzione ha imposto una malleabilità di adeguamento immediato alla nuova figura di medico chiamato ad essere curante, manager, interlocutore fra le parti. Mai quanto ora è di primaria importanza parlare di corretta programmazione dei fabbisogni  e di reperimento di risorse all’interno del sistema, così da tracciare quelle direttive per un fruttuoso cambio di rotta in tema di valorizzazione del capitale umano della sanità, che cominci proprio da noi giovani generazioni di professionisti.

“Sottoponiamo al Nuovo Governo il documento #GiovaniMediciPerLaSanità, (link documento), già inviato ai referenti sanità delle principali forze politiche nazionali, in sede pre-elettorale lo scorso dicembre. Speriamo fortemente che la nuova compagine politica che guiderà il nostro Paese possa  adoperarsi fin da subito per risolvere le problematiche da tempo denunciate e per larga parte ancora irrisolte per la sostenibilità e rilancio del nostro SSN”

I Giovani Medici SIGM chiedono un impegno su:

  1. corretta programmazione (quantitativa e qualitativa) del fabbisogno di professionalità mediche da formare ed adozione di politiche di sostegno all’accesso dei giovani medici al mondo del lavoro in modi (superamento del precariato) e  tempi che siano in linea con l’Europa (riconoscimenti per ridurre il divario tra neoassunti e fasce apicali).
  2. rilancio della formazione medica post- lauream attraverso l’adeguamento del capitolo di spesa della formazione medica specialistica e l’adozione di un contratto di formazione specifica in medicina generale.
  3. riforma immediata del concorso di accesso alle scuole di specializzazione a graduatoria nazionale, nel segno del merito e della trasparenza.
  4. riconfigurazione del trattamento previdenziale dei medici (con particolare riferimento ai giovani professionisti ed al duplice iniquo inquadramento INPS/ENPAM dei medici in formazione specialistica) ed individuazione dei vertici previdenziali a suffragio universale.
  5. sostegno dell’accesso alla ricerca, vero volano di sviluppo per la sanità e per il paese, per i giovani medici al pari di quanto avviene nell’UE.

Partendo da tali aspetti, che saremmo lieti poter approfondire anche personalmente nelle prossime settimane, auspichiamo pertanto di poter avviare da subito un dialogo produttivo con i nuovi dicasteri, in continuità con quanto avvenuto in passato, al fine di poter rilanciare il nostro Sistema Sanitario Nazionale.

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.