image
sims
Cerca nel Portale
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.
S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 59 visitatori online
Utenti : 18595
Contenuti : 2319
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 10001222
Contatti


Licenze Creative Commons

Notice

FORMAZIONE POST-LAUREAM: CON IL TWEET MOB I PORTATORI DI INTERESSE CHIEDONO A GRAN VOCE UN AUMENTO DI CONTRATTI E LA PROPOSTA DI PERCORSO SPECIALISTICO PER LA MG!

GIOVANI MEDICI (SIGM): grande riscontro di adesioni al twitter-facebook mob organizzato per sensibilizzare le istituzioni e sostenere la richiesta di un maggiore finanziamento per il capitolo della formazione medica post-lauream e di un percorso specialistico per la Medicina Generale. Laddove si disattendessero le richieste di SIGM e CNAS, si registrerebbe un ulteriore intollerabile segnale di disattenzione da parte delle Istituzioni nei confronti dei giovani medici e di tutto il SSN, motivo per cui le due associazioni si riservano di organizzare ulteriori iniziative.



L’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) e il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi (CNAS) esprimono soddisfazione per il grande riscontro di adesione al social flashmob lanciato in data 26 Ottobre 2017 su Twitter e Facebook.

Gli hashtag utilizzati (#piùcontratti #ssm #MG #specializzazioneMG #SanitàsenzaFuturo) sono diventati ben presto virale nei social rappresentando lo strumento per i giovani medici di far sentire la propria voce alle istituzioni tutte, una voce unanime che chiede con forza un cambiamento.

La grande adesione al social flashmob, con gli hashtag #piùcontratti #ssm #MG #specializzazioneMG #SanitàsenzaFuturo che sono stati per ore tra i primi trending topic della politica italiana e un numero imprecisato di messaggi su FB rivolti alle  istituzioni, ha rappresentato le giuste aspettative di migliaia di giovani medici e di aspiranti specializzandi ma soprattutto l'interesse e la voglia dei giovani camici bianchi di imprimere una svolta radicale alla Formazione post-lauream.

L’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) e il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi (CNAS) chiedono pertanto al Governo, al Parlamento, alle Regioni di farsi portavoce dei portatori di interesse e supportare l’aumento del capitolo di spesa per la formazione post-lauream e la proposta di evoluzione della formazione specifica in medicina generale in un percorso Specialistico Accademico di Medicina Generale e Cure Primarie per la formazione dei futuri Medici di Medicina Generale.

 

SIGM - Associazione Italiana Giovani Medici

CNAS - Comitato Nazionale Aspiranti Specializzand

 

 

 

SE NON ORA QUANDO?!?! TWEET MOB PER CHIEDERE L'AUMENTO DI BORSE PER LA FORMAZIONE POST-LAUREAM E LA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN MEDICINA GENERALE!!

In vista del prossimo incardinamento del DEF alle Camere l'Associazione Italiana Giovani Medici e il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi vogliono sensibilizzare Parlamento e Governo  per implementare il capitolo di spesa destinato alla formazione medica post-lauream ( sia borse per le scuole di specializzazione ministeriale che per la medicina generale) e per accettare la storica  proposta avanzata dalle due associazioni che consentirebbe l’evoluzione della Formazione Specifica in Medicina Generale in un percorso Specialistico Accademico di Medicina Generale e Cure Primarie per la formazione dei futuri Medici di Medicina Generale, basato su una rete formativa integrata tra Territorio e Università, mantenendo e valorizzando quindi le esperienze maturate negli anni dai corsi regionali e dalle Scuole di Specializzazione in Medicina di Comunità e Cure Primarie.

Si tratta infatti di un momento decisivo soprattutto per lo stanziamento di ulteriori fondi da utilizzare per la formazione post-lauream visto che si tratta di una programmazione triennale e il numero di borse deciso adesso sarà lo stesso per tutto il prossimo triennio.

Al fine di sostenere queste proposte, il SIGM e il CNAS hanno organizzato un Tweet-Facebook mob a partire dalle 13:30 di giovedì 26 Ottobre p.v., in modo da sensibilizzare attraverso i Social Network le Istituzioni tutte affinché si abbia il coraggio politico di aumentare le borse post-lauream e cambiare radicalmente la Formazione Specifica in Medicina Generale, valorizzandola e riconoscendola quale disciplina accademica.

 

Hashtag  su TWITTER e Facebook (per chi non avesse TWITTER):

#piùcontratti #specializzazioniMedicina #specializzazioneMG #SanitàsenzaFuturo #fateciSpecializzare

Indirizzare a:  @BeaLorenzin @DonataLenzi @federicogelli @f_crimi @paolabinetti @valeriafedeli @giovanimedici @cnas

Vai anche sull'evento facebook


 

TRIENNIO 2014-2017: SOLLECITAZIONE ALL’APPLICAZIONE DEL COMMA 8 BIS DELL’ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992, N. 502, PER IL TRIENNIO 2014-2017 E SUCCESSIVI, E CHIARIMENTI IN MERITO AL PERIODO DI VIGENZA DELLE INCOMPATIBILITA'

Con l’avvicinarsi della fine del Triennio 2014-2017, l’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) ha inviato in data 19 ottobre 2017 una nuova sollecitazione alla Direzione Professioni Sanitarie del Ministero della Salute, al Coordinatore della SISAC-Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati e al Coordinamento Tecnico Commissione Salute Regione Piemonte per l’applicazione dell’Art. 8 del D.lgs 30 Dicembre 1992, n.502 per il triennio 2014-2017 e per avere conferma sulla durata effettiva di validità del periodo di validità delle incompatibilità ai sensi dell’Art 19 comma 11 della L.448/2001 (Link alla Lettera).

Con una precedente missiva inviata in data 17 maggio 2017, a cui ha fatto seguito un'ulteriore sollecitazione in data 26 luglio u.s., la nostra Associazione aveva infatti suggerito la possibilità di adozione di tale soluzione per il triennio 2014-17 e successivi, diversamente da quanto stabilito dal DGPROF/4/I.5.f.b/2014/35 dello stesso Ministero della Salute, ritenendo non percorribili soluzioni che prevedano la riduzione della durata stessa del corso, stabilità in almeno 36 mesi dalla normativa nazionale vigente, nonché dalla normativa comunitaria in tema di formazione specifica in medicina generale (Direttiva 2005/36/CE Art.28). Proprio alla luce di tale disposizione, si vuole ricordare che non è proponibile una riduzione del periodo di formazione, pena il rischio di una non validità del titolo conseguito.

Sebbene l’adozione della soluzione da noi proposta sia stata successivamente adottata, con nota del Ministero della Salute n. 32325  del 30 Giugno 2017, in previsioni di eventuali ritardi nel triennio 2017-2020, rimane ancora non chiaro se la stessa soluzione potrà essere adottata anche per i trienni 2014-17 e successivi, contribuendo a generare un clima di incertezza tra i corsisti, in particolare del triennio 2014-2017 ormai prossimo alla conclusione.

Rileviamo inoltre incertezze inerenti il periodo di validità delle incompatibilità, per cui si chiede conferma ufficiale che tale periodo sia limitato ai 36 di frequenza a tempo pieno, non vigendo invece nel periodo compreso tra il termine dei 36 mesi di frequenza e la data di discussione della prova finale.

 

 

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.