image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 222 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2249
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 8462295
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Richiesta indizione concorso scuole di specializzazione e riconoscimento economico-previdenziale specializzandi non medici

Il Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.), attraverso una nota indirizzata ai vertici del MIUR e del Ministero della Salute, sollecita con urgenza l’avvio delle procedere propedeutiche all’indizione del concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione di area sanitaria per l’A.A. 2010/2011. <<Chiediamo, inoltre, - dichiara il Dr Walter Mazzucco, Presidente Nazionale SIGM - che alla luce delle stime ENPAM relative al futuro pensionamento di decide di migliaia di medici italiani, ma anche a seguito degli effetti nefasti prodotti in passato da una non puntuale programmazione del fabbisogno di professionalità mediche da formare, vengano reperite le risorse finanziarie necessarie a mettere a concorso per l’A.A. 2010/2011 un numero di contratti di formazione specialistica almeno pari a quelli messi a bando per l’A.A. 2009/2010>>.

Altro tema sensibile sollevato dal S.I.G.M. si riferisce alla condizione degli specializzandi non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria a partire dall’A.A. 2008/2009, i quali, pur avendo l’obbligo di frequenza quotidiana nell’ambito di un rapporto di esclusività con le strutture presso le quali sono formati, non percepiscono alcuna forma di emolumento (borsa di studio o contratto), tanto meno contributi previdenziali.<<Invitiamo il MIUR ed il Ministero della Salute, dicasteri che si sono dichiarati disponibili ad affrontare i problemi dei colleghi specializzandi non medici, – afferma il Dr Carlo Manzi, Rappresentante degli specializzandi in seno al CNSU – ad impegnarsi, a partire dall’A.A. 2010/2011, al fine di reperire le somme atte a finanziare 1000 borse di studio destinate agli specializzandi non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria, salvaguardando anche in maniera retroattiva la condizione degli iscritti a partire dall’A.A. 2008/2009 in termini di contributi pensionistici >>.

Lettera inviata

 

I Giovani Medici Italiani (S.I.G.M.) denunciano il mancato insediamento del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari

Il Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.), l’associazione di rilievo nazionale di riferimento per i Giovani Medici Italiani, ha indirizzato al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca la richiesta di provvedere alla convocazione urgente del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU). Infatti, nonostante le elezioni per il rinnovo in seno al CNSU delle rappresentanze studentesche, dei dottorati di ricerca e degli iscritti alle scuole di specializzazione, si siano svolte in data 12 e 13 Maggio 2010, alla data odierna il MIUR non ha proceduto a convocare i rappresentanti eletti, i quali pertanto non si sono potuti insediare. Il CNSU è l’unico organismo di rappresentanza studentesca su base nazionale ed è composto da 28 studenti, 1 rappresentante dei dottorandi ed 1 rappresentante degli iscritti alle scuole di specializzazione.

<<In un momento di cambiamento epocale dell’Università Italiana, che potrebbe conseguire all’approvazione definitiva del disegno di legge di riforma del sistema universitario, - afferma il Dott. Walter Mazzucco, Presidente Nazionale del S.I.G.M. - appare di estrema gravità non consentire alle rappresentanze dei fruitori della formazione accademica di intervenire attivamente nel dibattito in corso attraverso l’unico organismo di rappresentanza nazionale>>.

<<Sono trascorsi ben quattro mesi dal rinnovo del CNSU, ma ancora dal MIUR tutto tace. Chiediamo che sia salvaguardato l’esercizio del diritto alla rappresentanza – dichiara il Dott. Carlo Manzi, responsabile nazionale del SIGM, eletto al seggio unico relativo al rappresentante degli iscritti alle scuole di specializzazione – Inoltre, il nostro Segretariato attende da mesi un riscontro alla richiesta che una propria delegazione venga ricevuta dal Ministro, al fine di illustrare le proposte dei Giovani Medici in tema di formazione specialistica ed accesso alla ricerca dei medici>>.

 

Giovani Medici e Italia Futura

Alla home page del portale Italia Futura è possibile leggere un interessante articolo scritto dal presidente nazionale, Dr. Walter Mazzucco, dal titolo Rapporto “Sanità è Partecipazione” che guarda alla collaborazione tra Segretariato Italiano Giovani Medici e le proposte mosse da Italia Futura.

È sotto gli occhi di tutti la crisi di sistema che investe la Sanità italiana, stretta tra la morsa, da un lato, della sfida globale, dell’inarrestabile innovazione tecnologica e scientifica che pone problematiche assistenziali ed etiche prima inimmaginabili, delle sempre più marcate disuguaglianze di Salute, geografiche e sociali, e, dall’altra, dell’imperante esigenza di razionalizzare le risorse, nonché di una disarmante deriva burocratico-normativa. La tenuta del Sistema Sanitario Nazionale, fondato su principi di equità ed uguaglianza di accesso alle cure, è messa a dura prova dal crescente bisogno di salute, ascrivibile all’aumento dell’aspettativa di vita ed al conseguente impatto assistenziale in termini di malattie cronico-degenerative ed invalidanti. Leggi l'intero articolo...

 

I Giovani Medici Italiani (S.I.G.M.) hanno presentato le loro Proposte al Ministero della Salute

Una delegazione del Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.), Associazione dei Giovani Medici Italiani, è stata ricevuta in data 24 giugno 2010 dai vertici del Ministero della Salute (NEWS UFFICIALE) per presentare il documento che sintetizza le proposte dei Giovani Medici Italiani.
<<Abbiamo chiesto l’istituzione di un tavolo di lavoro che abbia lo scopo di stilare un’agenda di interventi a favore dei Giovani Medici, segnatamente in tema di formazione, accesso al lavoro, futuro previdenziale ed accesso alla ricerca – afferma il Presidente Nazionale del S.I.G.M., Dr Walter Mazzucco>>.
Nel particolare il S.I.G.M. ha chiesto che in sede di manovra Finanziaria venga accantonato il paventato blocco del turn over relativo alla dirigenza medica e che non si disponga il congelamento delle retribuzioni dei giovani medici.
I Giovani Medici hanno anche chiesto rassicurazioni in merito alla ripresa dell’iter per l’approvazione del disegno di legge sul Governo Clinico, avendo cura che prevalga la valorizzazione del merito e non l’ingerenza della Politica ai fini della selezione della dirigenza medica.
<<Abbiamo espresso al Ministero della Salute le nostre preoccupazioni a riguardo del fenomeno della crescente emigrazione di Giovani Medici, formati a spese dello Stato Italiano, che vengono reclutati da strutture sanitarie di altri Stati Europei che offrono migliori prospettive in termini di crescita professionale. – conclude Mazzucco – Il Sistema Sanitario Nazionale corre il serio rischio di trovarsi, nel giro di pochi anni, sprovvisto di professionalità mediche sufficienti a garantire il crescente bisogno di Salute espresso dal territorio, anche alla luce del ricambio generazionale che farà registrare il pensionamento di migliaia di medici, come già documentato dalle stime fornite dalla Fondazione ENPAM>>.

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.