image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 115 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2286
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 9286489
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

GIOVANI MEDICI “PREVIDENTI”: IMPARIAMO A COSTRUIRCI IL FUTURO PENSIONISTICO

 

Care Colleghe e cari Colleghi,


In riconoscimento dell’impegno profuso negli anni in tema di previdenza, il S.I.G.M. è stato invitato a rappresentare le istanze previdenziali dei Giovani Medici Italiani nel corso del Convegno Nazionale, organizzato a cura dell’Associazione degli Enti Previdenziali Privati (AdEPP) e della FondazioneENPAM (Ente previdenziale di riferimento dei medici), dal titolo “UN GIORNO PER IL FUTURO” PROBLEMI E OPPORTUNITA’ PER LE GIOVANI GENERAZIONI DI PROFESSIONISTI DI COSTRUIRSI UNA PENSIONE (scarica il programma), che si terrà a Roma in data 25 maggio 2011, nell’ambito della Giornata Nazionale di sensibilizzazione dei Giovani alla tematica previdenziale, promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Nel corso del Convegno il S.I.G.M. presenterà al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali le Proposte dei Giovani Medici in tema di previdenza e chiederà che Governo e Legislatore intervengano al fine di modificare le normative vigenti nel senso di


1)   -  agevolare il riscatto degli anni di laurea per i giovani medici, attualmente estremamente oneroso e difficoltoso


2)    - semplificare l’attuale inquadramento previdenziale dicotomico dei giovani medici in formazione specialistica in quello esclusivo in ENPAM, eliminando il duplice livello contributivo che vincola gli specializzandi al versamento di improduttivi contributi all’INPS e prevedendo al contempo il recupero dei contributi già versati all’INPS dall’anno accademico 2006/2007 ad oggi, per trasferirli all’ENPAM, con evidenti vantaggi in termini di totalizzazione.

 

Le proposte del SIGM per migliorare la condizione dei Giovani Medici

Care Colleghe e cari Colleghi,

pubblichiamo per opportuna condivisione con voi tutti le proposte che il nostro  Segretariato sta portando avanti al fine di garantire un migliorare condizione formativo-lavorativa dei giovani medici italiani (scarica qui il documento).

Il Consiglio Nazionale SIGM

 

Giovani Medici (SIGM): no al numero chiuso, sì al numero programmato

<<Non è l’abolizione del numero chiuso la soluzione alla carenza di medici in Italia, prospettata dalla FNOMCeO sulla base dei dati sui trend demografici della professione medica. Le ragioni di tale fenomeno sono riconducibili ad una non ottimale programmazione del fabbisogno di professionalità mediche, unitamente all’attesa media di occupazione pari a 15-16 anni (non includendo i limiti alle assunzioni imposti dai Piani di rientro) per uno studente italiano che si iscrive al primo anno di Medicina>>. Lo afferma il Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.), intervenendo sul dibattito scaturito a seguito della diffida a "far cessare gli effetti lesivi del diritto allo studio e alle professioni”, con particolare riferimento all’accesso alle Facoltà mediche, che il Codacons ha indirizzato al Ministero dell'Istruzione, università e ricerca. Sbagliato parlare di numero chiuso, fino ad ora funzione delle potenzialità formative delle Università; meglio parlare di numero programmato, costruito a seconda delle esigenze di salute espresse dalla popolazione.

 

Giovani Medici – SIGM: incontro coi vertici del Ministero della Salute

Si è tenuto in data 12 aprile 2011 un incontro tra i Direttori Generali dellaProgrammazione e delle Professioni Sanitarie del Ministero della Salute ed una delegazione del Segretariato Italiano Giovani Medici (SIGM), avente per oggetto lo schema di PSN 2011-2013, con particolare riferimento al capitolo “Risorse Umane del SSN”.

Nel corso dell’incontro il SIGM ha presentato un dossier sulla condizione di disagio che attraversano i giovani medici in Italia.

La delegazione ha illustrato ai vertici del Ministero le proposte del SIGM volte a diminuire i tempi medi di accesso nel mondo del lavoro, allineandoli a quelli degli altri Paesi EU, oltre che a valorizzare il ruolo dei Giovani Medici all’interno del SSN. Nel particolare l’Associazione dei Giovani Medici ha proposto:

introduzione di un contratto di formazione-lavoro negli ultimi 2 anni del corso di specializzazione, il cui presupposto essenziale è garantire uniformemente standard formativi ottimali;

rideterminazione del trattamento economico del contratto di formazione medico specialistica, prevedendo una gradualità di incremento della parte variabile dello stesso, in modo da valorizzare le discipline chirurgiche;

contrattualizzazione dei medici in formazione specifica di medicina generale;

attivazione, all’interno delle varie articolazioni del SSN, di incarichi temporanei per i “medici in formazione”.

Il Consiglio Esecutivo SIGM

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.