image
sims
Cerca nel Portale
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.
S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 113 visitatori online
Utenti : 18595
Contenuti : 2367
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 10677845
Contatti


Licenze Creative Commons

Notice

Riforma delle Scuole di Specializzazione: approvato dalla Camera l'emendamento al Ddl Omnibus (C. 4274-A). Ultimo biennio opzionale nelle Aziende Sanitarie del SSN

L'aula della Camera ha approvato questa mattina l'emendamento al Ddl Omnibus (C. 4274-A)» che era stato oggetto di discussione nell'incontro avvenuto tra una delegazione del nostro Segretariato ed i vertici del Ministero della Salute il 21 settembre u.s. al termine del quale abbiamo ricevuto rassicurazioni circa il nostro coinvolgimento attivo nel tavolo tecnico interministeriale che sarà a breve incaricato di curare la corretta prosecuzione dei lavori relativi alla Riforma.

Il nuovo testo prevede la possibilità da parte dello specializzando di scegliere se proseguire la formazione nell'ultimo biennio con le condizioni attuali all'interno della rete formativa tradizionale o se optare, a parità di condizioni (economiche, previdenziali e senza riconoscimento aggiuntivo di titoli qualificanti da spendere in prospettiva di stabilizzazione), per proseguire la specializzazione "all'interno delle Aziende del SSN costituenti la rete formativa".

È confortante vedere come questo emendamento non sembri sovvertire l'impianto del D.Lgs 368/99.

Tale emendamento introduce la necessità - se la legge sarà approvata senza modifiche anche dopo l'esame del Senato - di un accordo stipulato Stato-Regioni su proposta dei ministri di Salute e Istruzione di concerto con l'Economia per definire le modalità per l'inserimento degli specializzandi ammessi al biennio conclusivo del corso, all'interno delle aziende del Servizio sanitario nazionale. Resta in ultimo da chiarire cosa sia sottinteso al concetto di "modalità negoziali", che nella versione modificata sembra essere più sfumato: l'accordo tra Stato e Regioni garantirà uniformità nell'organizzazione della formazione o aprirà il fronte a discutibili difformità da Regione a Regione?

 

Riforma Fazio-Gelmini: esito dell'incontro con i vertici del Ministero della Salute

Si appena concluso il previsto incontro tra la nostra delegazione ed i vertici del Ministero della Salute (scarica allegato) durante il quale si è lungamente e proficuamente discusso sul controverso emendamento AC 4274 al decreto Omnibus sulla Sanità, finalizzato ad inquadrare gli specializzandi degli ultimi due anni nei Sistemi Sanitari Regionali con contratto a tempo determinato, che in data odierna era stato ripresentato alla Camera.

Nel corso dell'incontro ci sono state illustrate delle modifiche al testo originario (clicca qui) apportate nella giornata odierna dopo mediazione da parte degli esponenti di maggioranza ed opposizione da noi sensibilizzati.

Il nuovo testo prevede la possibilità da parte dello specializzando di scegliere se proseguire la formazione nell'ultimo biennio con le condizioni attuali all'interno della rete formativa tradizionale o se optare, a parità di condizioni (economiche, previdenziali e senza riconoscimento aggiuntivo di titoli qualificanti da spendere in prospettiva di stabilizzazione), per proseguire la specializzazione "all'interno delle Aziende del SSN costituenti la rete formativa".

 

I GIOVANI MEDICI (SIGM) ENTRANO NEL FORUM NAZIONALE GIOVANI

Il Segretariato Italiano Giovani Medici (SIGM), realtà associativa più rappresentativa del mondo dei giovani medici italiani, è da questo momento membro del Forum Nazionale Giovani (FNG), network nazionale che conta più di 75 organizzazioni giovanili, per una rappresentanza complessiva di circa 4 milioni di giovani italiani.

Il Forum Nazionale dei Giovani, riconosciuto con la Legge 30 dicembre 2004, n. 311 dal Parlamento Italiano, è "animato dalla volontà di dare voce alle giovani generazioni creando un unico organismo di rappresentanza che possa rinsaldare la rete di rapporti tra le associazioni giovanili esistenti nel nostro Paese ed essere promotore degli interessi giovanili presso Governo, Parlamento, le istituzioni sociali ed economiche e la società civile".

 

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.