image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 100 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2292
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 9650614
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

SopravVIVERE Al Policlinico Federico II di Napoli

Cari colleghi, come ogni anno il SIGM organizza un evento introduttivo per i nuovi specializzandi del Policlinico di via Pansini.

Ad introdurre l'evento, abbiamo il piacere di ospitare il prof. Luigi Califano, presidente della scuola di Medicina e Chirurgia della Federico 2.

Gli argomenti verteranno sul chiarimento delle stipule del contratto, sulla possibilità dell'acquisizione del pass per l'auto, forniremo tutte le info e i contatti utili per muoversi nel policlinico con maggiore destrezza, presenteremo l'associazione SIGM e tutte le iniziative e le convenzioni per i soci.

Per l'occasione, raccoglieremo le iscrizioni degli interessati(ricordiamo che è completamente gratuita).

Crediamo fermamente nel motto "l'unione fa la forza" e speriamo che questo possa essere il primo di altri incontri di condivisione e confronto con tutti voi che vivrete il policlinico per i prossimi 4-5 anni!
Proprio per questo, preparatevi ad una serata tutti assieme!!! vi vogliamo componenti!

 

 

Giovani Medici SIGM sulla Legge di Stabilità: “Zero euro per i contratti di formazione post lauream. Grave responsabilità del Governo. Totale assenza della Politica tutta e delle Istituzioni, sorde alle giuste richieste delle nuove generazioni"

COMUNICATO STAMPA

ASSOCIAZIONE ITALIANA GIOVANI MEDICI (SIGM)

Giovani Medici SIGM sulla Legge di Stabilità: “Zero euro per i contratti di formazione post lauream. Grave responsabilità del Governo al passaggio finale, dopo un quinquennio di luci e ombre per i giovani medici. Totale assenza della Politica tutta e delle Istituzioni, sorde alle giuste richieste delle nuove generazioni; grave attentato al futuro del Servizio Sanitario Nazionale”

L’Associazione Italiana Giovani Medici (S.I.G.M.) apprende con grande disappunto e preoccupazione della bocciatura del solo - e unico - emendamento presentato alla legge di stabilità dalle differenti forze politiche per aumentare il numero di contratti di formazione post lauream in medicina e chirurgia. Infatti, l’emendamento a firma di Filippo Crimì, deputato e giovane collega, dopo l’iniziale approvazione in Commissione Cultura, nonostante il supporto della nostra Associazione e lo sforzo dei principali portatori di interesse nel presentare le istanze dei giovani medici, non ha passato l’ultimo miglio per arrivare al voto in aula.

“Il Governo, le Istituzioni e la politica tutta si sono dimostrati non solo sordi alle richieste dei giovani medici ma anche completamente ciechi – affermano i Giovani Medici S.I.G.M. - I risultati di questa totale assenza di programmazione cade ingiustamente sulle spalle dei futuri aspiranti-specializzandi, vittime di una totale e consapevole mancanza di volontà programmatoria, ma rappresenta anche una minaccia per tutto il sistema sanitario e per i cittadini che, nei prossimi anni, rischiano di non trovare negli ospedali e nei presidi territoriali i professionisti in grado di prendersi cura di loro”.

È il tempo della segnalazione delle responsabilità. Il Governo ha mancato le promesse, la Politica ha preferito affrontare altre “priorità” dando spazio marginale alla sanità e, nel caso dei giovani medici, ignorandone totalmente il diritto a un completamento della formazione.

L’Associazione Italiana Giovani Medici (S.I.G.M.) continuerà a lavorare per arrivare a una programmazione ottimale, che non gridi al “mancano i medici” senza preoccuparsi di dare ai camici bianchi già laureati e/o in corso di laurea il diritto a un percorso lineare nel post lauream quale requisito sine qua non per completare il proprio bagaglio di competenze ed essere pronti a entrare stabilmente nel Servizio Sanitario Nazionale.

 

LEGGE DI STABILITÀ: PRESENTATI ALLA CAMERE EMENDAMENTI PER 1)AUMENTARE IL NUMERO DI CONTRATTI; 2) EVOLUZIONE DELLA FORMAZIONE IN MEDICINA GENERALE E 3) VALORIZZAZIONE DEL PERCORSO DI MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Care Colleghe e cari Colleghi,

con grande entusiasmo il SIGM apprende della presentazione dell’emendamento numero 4768/VII1.19 a firma degli Onorevoli Crimì, Coscia, Lenzi e Guerra et al. alla Legge Finanziaria attualmente in corso di discussione parlamentare. L’emendamento è stato discusso e votato in Commissione Cultura e ora il #SIGM supporta con forza l'iter della Legge di Stabilità per garantire un degno futuro ai giovani colleghi che concorreranno nelle prossime edizioni del concorso nazionale SSM. In attesa di ulteriori dettagli su prossime attività di mobilizzazione ricordiamo brevemente il lavoro finora svolto a supporto dell'aumento del numero dei contratti (LEGGI QUI). Invitiamo inoltre a firmare la petizione congiuntamente supportata con Federspecializzandi nelle scorse settimane (CLICCA QUI)

Contemporaneamente informiamo che abbiamo supportato la presentazione di 3 emendamenti alla Legge di Stabilità, presentati in Commissione Bilancio a firma dell'On. Filippo Crimì, collega giovane medico sempre attento alle problematiche che riguardano la categoria, con l'obiettivo di supportare l'evoluzione della formazione in Medicina Generale e la valorizzazione delle peculiarità del percorso intrapreso dai colleghi giovani medici di medicina generale.

Vi terremo tempestivamente aggiornati sugli sviluppi.

 

Concorso SSM2017: confermata la corretta definizione della graduatoria e la regolarità della prova

Care Colleghe e Cari Colleghi,

esprimiamo grande soddisfazione per la conferma della corretta definizione da parte del MIUR della graduatoria nel rispetto del nuovo regolamento. In particolare, come ricordato e ulteriormente richiesto da parte della nostra Associazione, è confermata l’impossibilità dei concorrenti non abilitati di accedere all’assegnazione dei contratti di specializzazione. Gli stessi, infatti, risulteranno presenti in graduatoria ma non potranno essere assegnatari dei contratti nello scorrimento degli scaglioni.
Difatti, all’interno della prova concorsuale edizione 2016/2017, che sembrerebbe aver registrato dei miglioramenti sia nella qualità dei quesiti proposti (maggiormente orientati alla clinica) e nell'organizzazione logistica e nei controlli delle aule di esame, alcuni concorrenti, pur nel rispetto di quanto previsto dalla normativa che permette da sempre l'iscrizione e partecipazione alla prova concorsuale, avrebbero sostenuto le prove pur non avendo conseguito l'abilitazione alla professione (con l’impossibilità di conseguirla in tempo utile, ovvero entro la presa di servizio del 29 dicembre).
A tal proposito, paventando una situazione in cui ai concorrenti non idonei venisse assegnato un contratto, falsando gli scorrimenti, abbiamo dapprima segnalato tale rischio (leggi qui), poi a prova conclusa, avendo elementi certi di partecipazione da parte di concorrenti non abilitati, abbiamo richiesto al Ministero di porre in atto ogni controllo utile a pubblicare una graduatoria dei soli aventi diritto all'assegnazione del contratto secondo le specifiche di merito e temporali previste dal bando di concorso.
Ora, con la pubblicazione della graduatoria di merito, è confermato che questi concorrenti saranno nominalmente presenti ma, in mancanza del requisito abilitanti, non potranno effettuare alcun tipo di scelta e quindi non interferiranno con l’assegnazione dei contratti ed eventuali scorrimenti.
Infine nonostante le numerose sedi in cui si è svolta la prova e nonostante isolati episodi di scarso controllo da parte dei responsabili, già segnalati, un'analisi dettagliata sui punteggi dimostra la sostanziale regolarità del concorso: infatti come si evince dai grafici  realizzati dalla nostra associazione, la distribuzione dei risultati è tipicamente normale, i cui picchi non si attestano nella coda superiore della curva; inoltre  la curva posizione/punti è perfettamente discendete e riporta una mediana di 89,5.
Vi terremo aggiornati su ogni ulteriore sviluppo utile e, nel contempo, continuiamo a esortarvi a segnalare alle nostre Pagine Social o all'indirizzo  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ogni presunta irregolarità alla prova concorsuale a cui abbiate assistito e che abbiate fatto mettere a verbale durante lo svolgimento della stessa.
 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.