image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 118 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2248
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 8323818
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

UK

La formazione post-laurea nel Regno Unito (UK) ha subito alcune mutazioni nel corso dell’ultima decade.

 

Inoltre il numero di medici con impiego “full time”è in continuo aumento e ciò sta comportando un minor ricorso a saltuarie guardie (“locums”) offerte a medici esterni alla struttura sanitaria, che in passato venivano spesso ricoperte anche da medici provenienti da altre nazioni e possibilmente senza esperienza nel sistema sanitario inglese).

 

Il mondo anglosassone ha parzialmente superato la cosiddetta “emergenza formativa sanitaria”, dopo un lungo periodo di pesante dispendio economico (un “locum” viene pagato con un rate piu’ alto della normale tariffa lavorativa e nel caso delle agenzie questo tariffario sale di parecchio). Parte di questa rinnovata disponibilità è garantita da un costante influsso all’interno del National Health System (NHS) di medici laureati all’estero, che sempre più si inseriscono nell’iter formativo post laurea (scuole di specializzazione – training program) o post specializzazione (“clinical o research fellowship”).

Tutto ciò, ovviamente, ha reso il sistema di reclutamento dei medici in formazione molto più competitivo che in passato. Inoltre, il numero di laureati medicina inglesi è in continuo aumento. Il governo e l’ordine dei medici inglese (General Medical Council, che funge anche da organo di controllo della pratica medica in UK), hanno diramato leggi più severe,che salvaguardano i medici laureati in universita’ inglesi o della Comunità Economica Europea, ponendo questi in una posizione privilegiata rispetto ai colleghi extra-comunitari, che si vedono costretti ad affrontare il PLAB, un selettivo esame di abilitazione alla pratica medica, (che comprende anche un assessment di tipo linguistico) equiparabile al board americano (l’USMLE), per poter ottenere la registrazione al GMC e quindi la possibilita’ di lavorare nel Regno Unito.

Continua a leggere su Giovani Medici nel Mondo - UK

FAQs dal sito dell' NHS

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.