image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 115 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2268
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 8860875
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

12 Dicembre 2013 (Piazza Montecitorio ore 10): #GiovaniMediciDay, ora o mai più!

12 Dicembre 2013 (Piazza Montecitorio ore 10): #GiovaniMediciDay, ora o mai più! Pronti a nuova mobilitazione nazionale per chiedere maggiori finanziamenti al Governo, tutela della formazione e sostegno all’accesso al mondo del lavoro per i giovani della sanità.

Nonostante i mancati riscontri ad una precedente manifestazione ed alle oltre 11.000 firme consegnate lo scorso 7 novembre al Governo per richiedere interventi a sostegno della formazione post laurea di area sanitaria, i Giovani Medici (S.I.G.M.) non si arrendono e proclamano una seconda mobilitazione nazionale non sindacale.
Pronta la protesta in piazza Montecitorio ed eventi collaterali nelle principali città italiane. Appello a tutte le sigle giovanili per aderire al #GiovaniMediciDayper cambiare il Paese, senza essere costretti a cambiare Paese!” e a tutti gli OMCeO Provinciali.
BREAKING NEWS: PRESENTATI NUMEROSI EMENDAMENTI CHE ACCOLGONO LE RICHIESTE DEL #GIOVANIMEDICIDAY A BREVE L'ELENCO PUBBLICATO!!!!!!!!!!! MANDATORIO ESSERE IN PIAZZA PER SUPPORTARLI!!!!!

L’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) proclama una seconda mobilitazione nazionale non sindacale a seguito del mancato recepimento nel maxi-emendamento governativo al testo del Ddl Stabilità 2014, votato dal Senato, delle richieste di implementazione del capitolo di spesa per la formazione specialistica dei laureati in medicina e chirurgia ed in altre discipline di area sanitaria. Dopo la manifestazione non sindacale del 7 novembre 2013 (LEGGI QUI), i Giovani Medici (SIGM) invitano i colleghi aspiranti specializzandi e gli studenti in medicina, ma anche quanti sono già in formazione post laurea, ivi inclusi gli specializzandi non medici ed i medici iscritti al corso di formazione specifica di medicina generale, a scendere in piazza il 12 dicembre (Piazza Montecitorio, ore 10-14) per far sentire la loro voce in continuità con la mobilitazione nazionale “Giovani Medici Day”, organizzata lo scorso 14 maggio dal SIGM e dal Comitato Pro Concorso Nazionale, per ribadire la volontà di contribuire al cambiamento del Paese e per chiedere di non essere costretti ad un’emigrazione forzata, anticamera della desertificazione del nostro sistema sanitario.
I Giovani Medici (SIGM), pertanto, auspicano che alla Camera dei Deputati non si ponga il voto di fiducia sul testo esitato dal Senato e chiedono che vengano riconsiderate le proposte emendative supportate dal S.I.G.M. (LEGGI QUI) ed altre aggiuntive utili a scongiurare il rischio di vedere finanziati soltanto 2.300 contratti di formazione a fronte del quadruplo di potenziali concorrenti tra laureati e neolaureati e per trovare soluzione all’annosa questione degli specializzandi non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria. Tale evenienza, inoltre, si ripercuoterà inevitabilmente sull’organizzazione delle attività assistenziali con sovraccarico lavorativo per gli specializzandi attualmente in corso.
Dopo aver chiesto ed ottenuto trasparenza e merito nel sistema di accesso alla formazione medica specialistica tramite l’introduzione di un concorso di accesso su base nazionale (LEGGI QUI) appare doveroso che le Istituzioni sostengano concretamente la formazione dei giovani medici e non medici e, con loro, della sanità tutta.
Queste le richieste al Governo ed al Parlamento:
1) L’implementazione urgente del capitolo di spesa relativo ai contratti di formazione medica specialistica a finanziamento ministeriale per un ammontare di 7.000 contratti di formazione (e comunque di un contingente non inferiore ai 6.000), con destinazione di un numero significativo di contratti (almeno 2.000) alla formazione integrata di medici di assistenza primaria da parte nuove scuole di specializzazione in Medicina Generale;
2) La trasformazione delle attuali borse di studio dei medici iscritti al corso di formazione specifica di medicina generale in contratti di formazione, riconoscendo ai corsisti pari dignità rispetto ai colleghi specializzandi tramite la costituzione della Scuola di Specializzazione in Medicina Generale;
3) Il reperimento delle somme necessarie a finanziare un numero minimo di n. 1.000 contratti/borse di studio da destinare agli specializzandi non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria per l’anno per l’a.a. 2013/2014 e successivi, riconoscendo ai non medici pari dignità rispetto ai colleghi specializzandi medici;
4) Il ricorso all’utilizzo del Fondo Sociale Europeo (per le Regioni Obiettivo Convergenza ed Obiettivo Competitività) per il finanziamento dei contratti di formazione specialistica dei medici e di contratti/borse di studio per gli specializzandi non medici in atto iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria;
5) L’urgente emanazione del DM recante nuove disposizioni in tema di regolamentazione per l’accesso alle scuole di specializzazione, al fine di rendere note da subito le modalità di selezione dei candidati al concorso.
Tali richieste, peraltro, vanno riconfigurare nel contesto del ricorso ad una corretta PROGRAMMAZIONE (quantitativa e qualitativa) del fabbisogno di professionalità mediche da formare ed adozione di politiche di sostegno all’accesso dei giovani medici al mondo del lavoro in modi (superamento del precariato) e tempi (i più rapidamente possibile) che siano in linea con altre esperienze europee, puntando nel contempo a ridurre l'eccessivo DIVARIO esistente tra la condizione dei neoassunti e delle fasce apicali della Professione.
Inoltre, nell’interesse dell’intero sistema salute e della tutela della salute dei cittadini, iGiovani Medici (SIGM) chiedono con forza che si apra una discussione in tema di adozione di SISTEMI DI VALUTAZIONE TRASPARENTI E MERITOCRATICI PER L'ACCESSO ALLA PROFESSIONE, al pari di quanto ottenuto per il concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione, a cominciare dal corso specifico di medicina generale, per finire con le modalità di selezione per la dirigenza medica e per il convenzionamento di medicina generale e la specialistica ambulatoriale.
A tal fine l’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) invita tutte le organizzazioni di riferimento per la categoria e comitati ad aderire ad un’iniziativa unitaria di protesta e sensibilizzazione consistente in un SIT-IN NAZIONALE che si svolgerà a Roma presso PIAZZA MONTECITORIO il 12 dicembre pv dalle ore 10 alle ore 14 ed invita tutti i giovani medici Italiani ad una contemporanea ASTENSIONE DALL’ATTIVITÀ ASSISTENZIALE a sostegno dell’iniziativa.

I Giovani Medici (SIGM) rivolgono inoltre un appello a tutti gli Ordini Provinciali dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri d’Italia al fine di condividere lo spirito dell’iniziativa e sostenere le richieste dei manifestanti.

Il Consiglio Esecutivo SIGM
 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.