image
sims
Cerca nel Portale
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.
S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 55 visitatori online
Utenti : 18595
Contenuti : 2345
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 10418803
Contatti


Licenze Creative Commons

Notice

BREAKING NEWS: pubblicato il DM contenente il nuovo regolamento di accesso alle scuole di specializzazione

Cari colleghi,

è stato appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale contenente il nuovo "Regolamento concernente le modalità per l'ammissione dei medici alle scuole di specializzazione in medicina".

E' possibile leggere il Decreto e quindi il nuovo regolamento CLICCANDO QUI.

Il MIUR nel proprio comunicato stampa (LEGGI QUI) ha inoltre confermato il timing previsto per la pubblicazione dei bandi (ultima settimana di luglio) e per la prova di esame (fine mese di ottobre).

L’Associazione Italiana Giovani Medici esprime  soddisfazione in quanto il DM recepisce tutte le osservazioni del Consiglio di Stato, come richiesto dalla nostra Associazione. Non vi sono inoltre “sorprese” sul contenuto, ma sono state confermate le rassicurazioni date precedentemente dal MIUR.

Nel merito dei contenuti, teniamo a sottolineare alcuni passaggi:

- i punteggi attribuibili sono gli stessi proposti dalla versione Carrozza del Regolamento;

- viene lasciata ampia libertà di movimento soprattutto sul punto di vista organizzativo al bando;

- viene stabilita una precisa scadenza annuale per l'emanazione del bando di concorso (ad eccezione di quello del corrente a.a. 2013/2014), ovverosia, pubblicazione del bando entro febbraio e somministrazione delle prove dopo 60 giorni;

- segnaliamo l’Art. 2 Comma 1 che precisa che "al concorso possono partecipare i laureati in medicina e chirurgia in data anteriore al termine di scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso fissato dal bando, con obbligo, a pena di esclusione, di superare l'esame di Stato di abilitazione all'esercizio della professione di medico-chirurgo entro il terminefissato per l'inizio delle attivita' didattiche delle scuole." Questa clausola esclude per quest'anno i laureati di luglio 2014,  visto che la presa di servizio sarà entro dicembre e comunque non successiva al febbraio 2015, data nella quale i colleghi laureati a luglio 2014 effettueranno la prova di abilitazione;

- per chi è già in specializzazione o specialista è prevista una "penalizzazione" (proposta dal SIGM) a riguardo del punto attribuibile sull'attinenza tesi;

-  irguardo alla sede della porova d'esame il DM all'art 2 comma 4 afferma che "in relazione al numero di domande pervenute e comunque almeno venti giorni prima della prova di esame [...] il Ministero comunica le sedi e l'orario di svolgimento della prova d'esame.", per poi precisare all'art 3 che la prova potrà essere svolta in "una o più sedi". Come è noto, il MIUR sta conducendo una rilevazione presso le Università per valutare la disponibilità di postazioni informatiche. Ma non si esclude che potrebbero essere anche utilizzate le scuole secondarie superiori, già utilizzate per altri concorsi con numero di partecipanti notevolmente maggiore rispetto al concorso di specializzazione.

 

N.B.: al fine di assecondare le richieste delle Regioni di poter finanziare contratti aggiuntivi regionali dopo aver preso visione dei contratti assegnati dal MIUR su base regionale alle singole Università, non escludiamo che la pubblicazione del Bando possa slittare di qualche giorno. Infatti, ci risulta che alcune Regioni non abbiano inviato la loro proposta di contratti aggiuntivi entro la scadenza del 24 luglio 2014 inizialmente comunicata dal MIUR. Riteniamo che tali ritardi possano anche essere riconducibili in parte alla questione della sentenza del Consiglio di Stato relativa all'obbligo di finanziamento delle borse di specializzazione per i non medici. Laddove vi fosse pertanto uno slittamento (che comunque non inficerebbe la data delle prove e della presa in servizio dei vincitori), riteniamo che questa potrebbe essere utile per permettere alle Regioni di finanziare contratti aggiuntivi regionali che nello scorso anno accademico sono stati 593.

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.