image
sims
Cerca nel Portale
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.
S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 56 visitatori online
Utenti : 18595
Contenuti : 2367
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 10682184
Contatti


Licenze Creative Commons

Notice

RIORDINO ORDINAMENTI DIDATTICI SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE: INVIATA RICHIESTA PER GLI SPECIALIZZANDI “NON MEDICI”

Cari colleghi,

come noto, il MIUR, di concerto con il Ministero della Salute si appresta ad emanare, entro il 31 dicembre 2014, in ossequio al DL 104/2013 ed al DL 90/2014, un Decreto Ministeriale finalizzato a razionalizzare l’offerta formativa delle scuole di specializzazione di medicina, nonché a rimodulare la durata dei corsi di formazione specialistica di riferimento per i medici, rispetto a quanto previsto nel Decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 1 agosto 2005, con l'osservanza dei limiti minimi previsti dalla normativa europea in materia, riorganizzando altresì le classi e le tipologie di corsi di specializzazione medica.

Tale riordino non ricomprenderebbe i non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria, per i quali, in assenza di apposita modifica a mezzo di dispositivo di pari efficacia, rimarrebbe in vigore il DM 1 agosto 2005 con le relative classi e le tipologie e durate dei corsi di specializzazione

A tale proposito l’Associazione Italiana Giovani Medici (S.I.G.M.), che da sempre sostiene la causa degli specializzandi non medici, chiedendone un riconoscimento dell’attività svolta attraverso l’equiparazione dello status giuridico e del trattamento a quello degli specializzandi medici, ha richiesto alle Istituzioni competenti:

- che attraverso uno specifico Decreto Ministeriale si provveda con urgenza al riordino dell’Ordinamento didattico, nonché alla riorganizzazione delle classi, delle tipologie e della durata delle scuole di specializzazione di area sanitaria, di cui al vigente DM 1 agosto 2005, riservate agli specializzandi “non medici”, con l'osservanza dei limiti minimi previsti dalla normativa Europea in materia di libera circolazione delle professionalità sanitarie, nonché garantendo anche ai non medici l’accesso ai ruoli dirigenziali del SSN;

- che ai fini del predetto riordino sia coinvolta una rappresentanza degli specializzandi non medici e degli studenti, individuata di concerto con il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, massimo organo di rappresentanza degli studenti e degli specializzandi iscritti ai corsi universitari.

Infine considerato il mancato recepimento della Sentenza n. 6037 del 17 dicembre 2013, emessa dalla Sezione VI del Consiglio di Stato, che ordina al Ministero della Salute, di concerto con il MIUR ed il MEF, di estendere gli effetti dell’art. 8 della Legge n. 401 del 2000 e dell’art. 35 del D.Lgs n. 368/1999, ai non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria (che, al pari dei medici, necessitano del Diploma di Specializzazione ai fini dell’accesso ai ruoli dirigenziali del SSN) è stato anche richiesto che si reperiscano con urgenza i finanziamenti necessari a dare piena applicazione alla Sentenza n. 6037 del 17 dicembre 2013, emessa dalla Sezione VI del Consiglio di Stato.

 

LEGGI LA MISSIVA

 

SIMS – Dipartimento Specializzandi SIGM

 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.