image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 172 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2292
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 9644436
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

UN NUOVO MODELLO DI CURE PRIMARIE PER AFFRONTARE LA TRANSIZIONE EPIDEMIOLOGICA. UN GRUPPO DI PROFESSIONISTI DELLA SALUTE SI INCONTRA PER INFORMARSI E FORMARSI SULLA COMPREHENSIVE-PHC

Medici in formazione specifica in medicina generale, giovani medici di medicina generale e studenti in medicina si sono dati appuntamento a Ferrara dal 16 al 18 dello scorso Novembre, per parlare di Primary Health Care ad indirizzo Comprehensive, ovvero di un modello di cure primarie con un forte accento sull’integrazione.

È stata scelta la città di Ferrara perché capoluogo di una provincia in cui sono state portate avanti delle scelte coraggiose da parte di Azienda Socio-Sanitaria Locale ed MMG circa lo sviluppo di un modello di Cure primarie, centrato sulle Case della salute, con una forte integrazione tra professionisti e servizi socio-sanitari per far fronte alla crescente complessità e fragilità della cura.

Ad arricchire l’incontro vi è stato il contributo del Prof. Ardigò Martino, dell’Università di Bologna, che ha portato a sostegno di questo modello diverse esperienze internazionali, corroborate da abbondante letteratura sul tema. Attraverso una metodologia del tipo wokshop in-site, scelto ad hoc per il tipo di incontro e le tematiche trattate, sono state visitate le case della salute di Copparo e Portomaggiore. È stata un’esperienza che, grazie anche alle site-visit nei luoghi di cura, al colloquio con gli operatori e a dei momenti dedicati per la discussione e il confronto, ha permesso la presa di coscienza e la maturazione di una consapevolezza da parte dei partecipanti circa le criticità dell’attuale sistema italiano di cure primarie, e di converso dei numerosi pregi e vantaggi di un modello di Comprehensive-Primary Health Care.

Proprio per tale motivo i partecipanti hanno deciso di sviluppare ulteriormente l’argomento, di creare una campagna per la sensibilizzazione di professionisti, decisori politici e società civile. È stato fissato, inoltre, un secondo appuntamento da tenersi a Bologna dal 16 al 19 Febbraio, in occasione della 7°edizione del Laboratorio Italo-Brasiliano di Formazione, Ricerca e Pratiche in Salute Collettiva, e che sarà caratterizzato dalla presenza di ospiti internazionali.

L’evento è aperto a tutti gli interessati e per tutte le informazioni del caso è possibile consultare il sito oppure inviare una email a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.