image
sims
Accedi
Recupera le credenziali.
Registrati al Portale per ricevere la Newsletter ed accedere ai servizi.

S.I.G.M. su...

Chi c'è in linea?
 141 visitatori online
Utenti : 18597
Contenuti : 2256
Link web : 5
Tot. visite contenuti : 8596214
Contatti


Licenze Creative Commons

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

S.I.Me.G. - Formazione in medicina generale

RIAPERTI I BANDI REGIONALI PER I CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE TRIENNIO 2017-2020. SCADENZA 28 AGOSTO!

E' stato pubblicato in data 28 Luglio, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale n. 57, l’avviso di avvenuta emanazione da parte delle Regioni dei bandi per l’ammissione ai Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dà il via alla presentazione delle domande. Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ovvero entro il 28 Agosto p.v. . Per maggiori dettagli si rimanda ai bandi delle singole Regioni e Province Autonome, che trovate nei link sottostanti.

Con tale provvedimento, che completa il decreto emanato dal Ministero della salute il 07 Giugno 2017,il Ministero e le Regioni risolvono già da quest’anno l’annosa questione dei laureati in medicina non ancora in possesso dell’abilitazione, proprio come auspicato e richiesto da tempo dal Segretariato Italiano Giovani Medici e dal Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi.

 

IL MINISTERO DELLA SALUTE RISPONDE A SIGM E CNAS: ECCO NUOVI REQUISITI DI AMMISSIONE PER IL CONCORSO PER L’ACCESSO AI CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE

Ecco la risposta del Ministero alle nostre sollecitazioni (LEGGI QUI LA CRONISTORIA). Ringraziamo il Ministro Lorenzin e la Dott.ssa Ugenti per l'attenzione dimostrata alle missive inviate dalla nostra Associazione e dal Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi.

Il Ministro della salute Beatrice Lorenzin ha firmato un decreto (SCARICA DECRETO) che modifica le modalità di accesso al concorso per l’ammissione ai corsi di formazione specifica in medicina generale.

Il nuovo decreto prevede che i laureati in medicina e chirurgia possano partecipare al concorso per l’ammissione ai corsi di formazione specifica in medicina generale, anche nel caso in cui non siano in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione e non siano ancora iscritti al relativo albo professionale.

Sino ad oggi l’abilitazione all’esercizio della professione e l’iscrizione all’albo professionale costituivano requisiti necessari per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso. Di conseguenza, i giovani neo-laureati in medicina e chirurgia non potevano accedere al concorso anche se tali requisiti venivano conseguiti successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione ma prima dell’inizio del corso di formazione.

Tale decreto consente, quindi, a tutti i giovani medici di presentare la domanda di partecipazione al richiamato concorso, con la “riserva” di iscrizione all’albo entro la data di inizio dei corsi di formazione.

Il nuovo decreto uniforma, quindi, i requisiti di accesso ai corsi per la formazione specifica in medicina generale con quelli di accesso alle scuole di specializzazione universitaria in medicina e chirurgia.

NOTA BENE: nonostante la chiusura dei termini per l'iscrizione ai bandi dei concorsi regionali fosse oggi (8 giugno) attendiamo specifiche delle modalità con le quali le Regioni verosimilmente introdurranno una proroga dei tempi al fine di permettere anche ai colleghi non ancora abilitati di poter procedere all'iscrizione.

 

Abilitazione e iscrizione ai corsi regionali di Formazione Specifica in Medicina Generale (aggiornamento 27 Maggio 2017)

Care Colleghe e Cari Colleghi,

la nostra Associazione assieme ai giovani colleghi del Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi esprimono rammarico per il mancato recepimento della proposta avanzata al Ministero della Salute che avrebbe tutelato tutti i medici che aspiravano a partecipare al concorso per l'accesso ai corsi regionale per la formazione specifica in medicina generale.

In data 07 maggio 2017, quindi prima che venissero pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi regionali, con una lettera indirizzata alla Direzione Generale per le Professioni Sanitarie l'Associazione Italiana Giovani Medici e il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi ponevano all'attenzione del Ministero la possibile illeggitimità del requisito “possesso dell'abilitazione professionale” al momento della consegna della domanda e si invitava a modificare il DM 7 marzo 2006 che indicava tale disposizione.

La recente sentenza n. 5594 emessa dal TAR del Lazio ha confermato quanto da noi sospettato. Con nostro rammarico prendiamo atto della mancata azione di tutela da parte del Ministero verso tutti i giovani medici laureatisi nell'ultima sessione di Marzo, come da noi auspicato, che saranno così costretti per tutelare un proprio dirittto a ricorrere alla giustizia amministrativa.

Si auspica che i provvedimenti proposti congiuntamenti dal Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi e dal Segretariato Italiano Giovani Medici, rinviati in data odierna al Ministero (leggi il documento), vengano recepiti al più presto per scongiurare il ripetersi nel futuro di tale situazione.

Il Dipartimento di Medicina Generale S.I.Me.G. del SIGM

Il Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi (CNAS)

 

CFSMG nel triennio 2014/2017: il Dipartimento di Medicina Generale (SIMeG) del SIGM chiede l’applicazione del comma 8bis dell’articolo 8 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, N. 502

Care Colleghe e cari Colleghi,

come è noto il Decreto Ministeriale 28 Agosto 2014 e il Decreto Ministeriale 20 Febbraio 2015 del Ministero della Salute, per  esigenze  di funzionalità  dei  corsi , hanno ampliato il termine di utilizzo della graduatoria per l’accesso al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale 2014/2017 rispettivamente a 60 giorni e 180 giorni. In particolare, il primo dei due decreti ha esteso, in modo permanente, il limite per gli scorrimenti di graduatoria a 60 giorni dall’inizio delle attività, dunque, a partire dal concorso riferito al triennio 2014/2017, ogni anno potrebbero verificarsi iscrizioni al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale (CFSMG) fino a fine gennaio.

Come effetti di tali disposizioni, chiarendo il Decreto Legislativo che il Corso prevede 36 mesi e almeno 4800 ore di formazione e che tale durata non può essere ridotta, molti Corsisti conseguiranno il titolo attestante la formazione specifica in medicina generale in data successiva al 31 Dicembre del terzo anno trovandosi, di conseguenza, nell’impossibilità di presentare la relativa di domanda di inserimento nelle relative Graduatorie Regionali di Medicina Generale poiché, agli effetti della normativa vigente, possono presentare domanda di inserimento in graduatoria regionale i medici che, entro il 31 dicembre siano in possesso del Diploma di Formazione Specifica in Medicina Generale; va altresì sottolineato che il sistema attuale comporta già un notevole ritardo nell'ingresso al lavoro dei giovani Medici di Medicina Generale dal momento che le domande presentate entro il 31 Gennaio servono alla stesura di una graduatoria utilizzabile, nella migliore delle ipotesi, dall'anno successivo. Il ritardo nel conseguimento del diploma di formazione specifica in medicina generale dilaterà pertanto ulteriormente l'ingresso dei giovani medici di medicina generale nelle graduatorie regionali.

 

PUBBLICATI IN GAZZETTA UFFICIALE I BANDI REGIONALI PER I CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE TRIENNIO 2017-2020. AUMENTATE LE BORSE RISPETTO AL TRIENNIO PRECEDENTE!

E' stato pubblicato in data 09 Maggio, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale n. 35, l’avviso di avvenuta emanazione da parte delle Regioni dei bandi per l’ammissione ai Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dà il via alla presentazione delle domande. Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ovvero entro il 08 Giugno p.v.. Per maggiori dettagli si rimanda ai bandi delle singole Regioni e Province Autonome, che trovate nei link sottostanti.

ABRUZZO

BASILICATA

CALABRIA

CAMPANIA

EMILIA ROMAGNA

FRIULI VENEZIA GIULIA (pag. 58)

LAZIO

LIGURIA

LOMBARDIA

MARCHE

MOLISE

PIEMONTE

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO (scaduto il 21 aprile)

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PUGLIA

SARDEGNA

SICILIA (pag.37)

TOSCANA

UMBRIA

VALLE D’AOSTA

VENETO




REGIONE

POSTI 2016-2019

POSTI 2017-2020

DIFFERENZA

ABRUZZO

20

20

0

BASILICATA

25

25

0

CALABRIA

22

22

0

CAMPANIA

80

80

0

EMILIA ROMAGNA

70

80

+10

FRIULI VENEZIA GIULIA

20

20

0

LAZIO

70

70

0

LIGURIA

35

40

+5

LOMBARDIA

90

100

+10

MARCHE

25

25

0

MOLISE

20

20

0

PIEMONTE

110

120

+10

PR. AUT. BOLZANO

25

25

0

PR. AUT. TRENTO

20

20

0

PUGLIA

80

100

+20

SARDEGNA

30

40

+10

SICILIA

80

120

+40

TOSCANA

80

80

0

UMBRIA

27

30

+3

VALLE D’AOSTA

3

8

+5

VENETO

50

50

0

TOTALI

982

1095

+113

 

Prendiamo atto con disappunto della mancata adozione dei provvedimenti per consentire ai medici neolaureati e abilitandi di poter presentare la domanda per la partecipazione al concorso, come richiesto dalla nostra associazione (LINK). Analogamente  permane l’anomalia del Bando della Regione Sicilia, segnalato dal nostro dipartimento di Medicina Generale (SIMeG), che richiede ai candidati il versamento di un contributo in denaro al contrario di tutte le altre Regioni e della stessa regione Sicilia negli anni precedenti.

 
Altri articoli...

immage
Tutti i diritti riservati.

I contenuti del Portale sono soggetti
a Licenza Creative Commons.