AGGIORNAMENTO ACCREDITAMENTO

0

I DECRETI ACCREDITAMENTO sono ARRIVATI agli ATENEI: cosa fare ora?

La tua scuola aveva un accreditamento provvisorio? Hai la percezione che la tua scuola a sia rischio? Vuoi conoscere l’esito dell’accreditamento?? La tua scuola non compare nell’elenco della ripartizione delle borse per il prossimo concorso?

Ecco COSA FARE:

1. Come prima cosa, essendo un tuo diritto conoscere l’esito dell’accreditamento della tua scuola, chiedi riscontro al tuo Direttore. Hai paura che possa dirti cose non vere? Inviagli una richiesta scritta. Il Direttore/la Segreteria della Scuola/il responsabile amministrativo delle Scuole di specializzazione non ti risponde? Non sei sicuro di quanto ti hanno detto? Chiedi di poter vedere il decreto di accreditamento. Ancora nulla? CONTATTACI osservatoriosigm@gmail.com; presidente@giovanemedico.it
2. Una volta saputo l’esito dell’accreditamento ci sono diversi scenari:

A. La tua scuola é ACCREDITATA, questo significa che la tua scuola ha presentato una proposta compatibile con quanto previsto dal decreto 402/17. Se pensi che tuttavia esistano criticità anche solo organizzative interne alla scuola rispetto alle quali avete bisogno di supporto —> CONTATTACI

B. La tua Scuola è ACCREDITATA PROVVISORIAMENTE, questo significa che la tua scuola non presenta per quest’anno accademico tutti gli standard e i requisiti previsti dal decreto 402/17 ma ha i presupposti per raggiungerli in un arco temporale previsto dalla legge. In particolare una Scuola può avere quest’anno uno status di PROVVISORIETÀ in diverse condizioni:

  1.  in continuità con lo scorso anno, avendo ricevuto una finestra temporale di 2 anni per adeguarsi. In questo caso la scuola ha ancora un anno per sanare il suo debito.
  2. Essendo stata accreditata pienamente lo scorso anno ed avendo perso quest’anno 1 requisito ( es. la Scuola era ok, ma un docente è andato in pensione e ancora non è stato sostituito)
  3. La Scuola era in provvisorietà da 2 anni rispetto al requisiti di DOCENZA – ossia non aveva i 2 docenti di ruolo previsti dalla legge (DM68/15) – e ad oggi ha provveduto avviare le procedure di selezione per il secondo docente ma non a completare la procedura. In questo caso alla luce della legge… per questo anno accademico ha potuto usufruire di UN ANNO DI PROROGA rispetto a quest’unico requisito. Questo significa che se l’anno prossimo non sarà sanato questo debito la Scuola andrà inevitabilmente in contro a revoca dell’accreditamento.

C. la Scuola NON è stata ACCREDITATA, questo può essersi verificato perché:

  1.  La Scuola 2 anni fa aveva ricevuto giudizio di accreditamento e quest’anno a scadenza dei due anni previsti per recuperare non ha recuperato il proprio debito e quindi non è stata accreditata.
  2.  La Scuola era accreditata pienamente ma ha perso più di un requisito o standard, presentandosi quest’anno gravemente carente.  —> in questi due casi la Scuola non essendo accredita non riceverà nuovo specializzandi per il prossimo anno accademico e gli specializzandi già iscritti – secondo quanto raccomandato in una nota “INDICAZIONI OPERATIVE IN TEMA DI TRASFERIMENTI DEGLI SPECIALIZZANDI DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA SANITARIA NON ACCREDITATE.” del 16.10.17 avranno diritto a TRASFERIRSI presso Scuole accreditate o allo stesso modo avranno diritto a completare il proprio percorso di formazione nella Scuola di iscrizione, il titolo che sarà acquisito avrà STESSA VALENZA LEGALE di quello ottenuto in Scuole Accreditate.
  3. La Scuola si è presentata quest’anno come NUOVA proposta di Scuola, ma senza possedere sufficienti requisiti e standard previsti della legge.

D. La Scuola amministrativamente NON ESISTE PER IL PROSSIMO ANNO ACCADEMICO.
Cosa significa? Sono potute accadere diverse cose:

  1.  La Scuola aveva da due anni un accreditamento provvisorio e non avendo recuperato il proprio debito ha deciso di presentarsi alla procedura di accreditamento quest’anno per evitare di rivedere un non accreditamento ( per capirci questa situazione è assimilabile a quando non sentendoci molto preparati non andavano a sederci all’esame). Quello che nella maggior parte dei casi hanno fatto però e stato mettere a disposizione i propri docenti e le strutture della propria rete formativa per un’altra Scuola della stessa branca di un Ateneo – nella maggior parte dei casi- geograficamente vicino.
  2. Che in seguito a politiche regionali, fortemente volute dai Ministeri, volte al miglioramento della qualità della formazione attraverso la centralizzazione delle Scuole in un minor numero di centri accademici con grandi reti formative regionali, Scuole della stessa Branca hanno deciso di mettere insieme i propri potenziali formativi su un’unica Sede amministrativa regionale/ tra regioni vicine (ad esempio 3 scuole siciliane della stessa branca hanno deciso di fare un‘unica scuola siciliana afferente ad un unico Ateneo es. Catania e con il rete formativa tutti gli ospedali che prima erano divisi tra le scuole di Catania Messina e Palermo, ma dal punto di vista amministrativo le scuole di Messina e Palermo per il prossimo anno accademico non esisteranno).
    Gli specializzandi iscritti a questa tipologia di Scuole da considerare “chiuse” amministrativamente per il prossimo anno accademico, dal nostro punto di vista hanno anch’essi diritto a TRASFERIRSI –> SCRIVETECI per avere maggiori informazioni o suggerimenti su come procedere.
    Da mesi chiediamo che venga prodotta una nota ministeriale in merito ma ad oggi siamo ancora in attesa. Continueremo a chiederla e vi terremo aggiornati ma nel frattempo il consiglio è quello di fare la domanda di trasferimento e di segnalarci problemi/successi.

ATTENZIONE!!
Gli specializzandi che per il prossimo anno accademico si immatricoleranno in Scuole con in rete formativa strutture che fino allo scorso anno appartenevano a Scuole incardinate presso altri Atenei, non dovranno in nessun modo essere divisi tra due Scuole, ma nel loro piano formativo articolato su rotazioni (vedi anche Obbligo rotazione SSM ) in diverse strutture della rete formativa, ruoteranno per un periodo di tempo limitato anche in queste strutture, nulla di più.

Sappiamo che cose facilmente riassumibili in poche righe, proprio per questo siamo a completa disposizione per CHIARIMENTI, PER QUALUNQUE INFORMAZIONE ULTERIORE, e soprattutto per tutto il SUPPORTO necessario IN QUESTA FASE SCRIVICI!

mail: presidente@giovanemedico.it/ osservatorionazionalesigm@gmail.com; cell/whatsapp: Claudia Marotta 3337984116

Share.

About Author

Leave A Reply